facebook rss

L’uxoricida Jurgen Mazzoni
condannato anche in appello
Ma è fuori dal carcere

ANCONA - Per il senigalliese che lo scorso maggio è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione per stalking nei confronti di una studentessa è stata confermata ieri pomeriggio la pena di primo grado. Da meno di un mese è stato scarcerato. Si trova ora in una comunità del Maceratese
venerdì 21 Dicembre 2018 - Ore 16:31
Print Friendly, PDF & Email

Jurgen Mazzoni

 

Stalking su una studentessa: confermata in appello la pena per Jurgen Mazzoni, condannato in primo grado a scontare tre anni e sei mesi di reclusione. La decisione è stata presa ieri pomeriggio dalla Corte d’Appello a cui si era rivolta la difesa, rappresentata dall’avvocato Andrea Natalini, per cercare di smontare il verdetto emesso dal giudice lo scorso 28 maggio. Mazzoni, nel frattempo che si concludesse il secondo grado, ha lasciato Montacuto, carcere in cui si trovava da oltre un anno. L’istanza di scarcerazione era stata presentata dalla difesa.  Il 42enne, condannato nel 2002 per l’omicidio della moglie Federica Gambardella, si trova attualmente in una comunità del Maceratese. L’appello ha anche confermato il risarcimento delle due parti civili: alla studentessa 24enne, diventata l’ossessione amorosa di Mazzoni, andranno 30 mila euro, mentre ai suoi genitori 20 mila. Le parti offese erano rappresentate dagli avvocati Mary Basconi e Ruggero Tomasi. Mazzoni rinuncerà alla Cassazione.

Condannato per stalking l’uxoricida Mazzoni, il pm: «Una personalità simile a Psycho»

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X