facebook rss

Accendono la brace per scaldarsi:
salvi per miracolo ma vanno all’ospedale

FABRIANO - Due anziani, un fratello e una sorella che vivono in condizioni di indigenza a Fabriano, stamattina sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e dal 118 per un principio d'incendio che ha provocato molto fumo dentro l'abitazione
venerdì 11 Gennaio 2019 - Ore 13:43
Print Friendly, PDF & Email

Fuori scende la neve e le temperature sono polari. Dentro all’abitazione i termosifoni sono spenti perchè il contatore è stato distaccato da tempo. I protagonisti di questa storia di indigenza sono un fratello ed una sorella di Fabriano. Stamattina l’uomo e la donna sulla sessantina hanno pensato di scaldare la loro casa di via Cialdini accendendo la brace, con pezzi di legno e vecchi vestiti ammassati su un vano camino, che però non era collegato all’esterno da una canna fumaria. In poco tempo le stanze si sono riempite di fumo e i vicini allarmati dalla situazione, verso le 10.30 hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. La squadra che è intervenuta ha spento il principio d’incendio e fatto areare i locali aprendo le finestre dell’abitazione. Sul posto anche il personale sanitario del 118 che ha provveduto a trasportare i due consanguinei al pronto soccorso di Fabriano per accertamenti.  Si sono salvati per miracolo dall’intossicazione da monossido di carbonio. Quella odierna è stata una mattinata movimentata per i vigili del fuoco di Fabriano che alle 5.30 hanno aiutato a rimettersi in carreggiata un trattore da traino finito fuori strada per la neve ed il ghiaccio. Alle 7 nuovo allarme a Precicchie dove è andata a fuoco una canna fumaria.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X