facebook rss

Cosma Vela, si ricomincia:
al Passetto arriva il Messina

PALLANUOTO FEMMINILE A2 - Tornano in acqua le doriche dopo i playoff persi la scorsa stagione per arrivare in massima serie. Il match di domenica inizierà alle 15
venerdì 11 Gennaio 2019 - Ore 14:52
Print Friendly, PDF & Email

La Pomeri in azione

 

Il conto alla rovescia è terminato, la Cosma Vela Ancona ricomincia l’avventura in serie A2, girone sud, con l’obiettivo di ripetere la scorsa stagione, centrare la finale playoff e migliorare il risultato dello scorso anno. La sconfitta in gara-tre di finale playoff per l’accesso alla serie A1 è stata un boccone difficile da digerire per le anconetane, la squadra s’è ritrovata all’avvio della nuova stagione con alcune assenze, dovute a ragioni diverse: non ci sono più Gloria Mirleni, diventata mamma, Caterina Ciampichetti, Martina Stevelli e Ludovica Santandrea, oltre a Valeria De Matteis, che in seguito all’operazione alla spalla sarà assente per almeno tutto il girone di andata, mentre è arrivata Giulia Fiore, proveniente dal Rapallo, ha ripreso l’attività Cecilia Leone, già protagonista in A2 anni fa, e per ultima è giunta a vestire la calottina della Cosma Vela Yasmine Rachid, ventenne canadese che s’è unita alle compagne durante le vacanze di Natale. Contro la Waterpolo Messina – fischio d’avvio alle 15 – sarà dunque una Cosma Vela in parte da scoprire, con atlete più mature rispetto alla scorsa stagione, sempre guidate dall’esperta Francesca Pomeri, argento alle Olimpiadi di Rio con il setterosa, ma anche con un bagaglio d’esperienza e di tecnica che ne fa una delle squadre più accreditate del girone. Che vedrà al via, insieme alla Cosma Vela e al Messina, Acquachiara Napoli, Brizz Catania, Cosenza, Firenze, Flegreo Pozzuoli, Roma Vis Nova, Tolentino e Volturno S.Maria Capua Vetere. “Come tutte le prime partite di campionato il pericolo è sempre dietro l’angolo – spiega il tecnico dorico, Milko Pace -. Cercheremo di non sottovalutare nessuno, l’avversario non lo conosciamo, lo scorso anno era in A1. Dopo due finali playoff non possiamo certo nasconderci, vogliamo vivere questo campionato in serenità, in alta classifica, cercando di capire partita dopo partita quale sarà il nostro obiettivo. Perché in questo girone, quest’anno ci sono molte incognite e il Messina è una di queste”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X