facebook rss

Assalto in gioielleria: i banditi
patteggiano e tornano liberi

ANCONA - Per quattro ladri che avevano assaltato la Blue Spirit al Grotte Center è stata stabilita una pena di due anni di reclusione e l'uscita dal carcere o dal regime degli arresti domiciliari. Un mese e dieci giorni in più a un quinto complice che ha l'obbligo di dimora e firma in una cittadina della provincia di Lecco
giovedì 18 Aprile 2019 - Ore 18:25
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Colpo alla gioielleria del Grotte Center: patteggiano cinque ladri su sei. E tornano quasi tutti liberi. L’udienza per l’assalto notturno che si è tenuto la notte dello scorso 7 settembre si è tenuta questa mattina davanti al gup Francesca De Palma. Dei sei banditi, tutti di origine romena, che erano stati catturati dai carabinieri di Osimo, cinque hanno patteggiato la pena. Due anni di reclusione, pena sospesa, per quattro ai cui è stata revocata o la misura del carcere o degli arresti domiciliari. Un quinto, che ha attualmente l’obbligo di dimora e firma in un comune della provincia di Lecco, ha patteggiato un mese e dieci giorni in più rispetto ai complici. Il sesto ladro si difenderà dalle accuse a dibattimento. A tutti è stata contestata la rapina perchè, nel tentativo di fuga avevano opposto resistenza in tutti i modi. Un carabiniere, per bloccare un malvivente, era caduto rovinosamente, fratturandosi ulna e radio. Dopo aver preso gioielli e preziosi, i ladri si erano divisi in gruppi. Una parte aveva cercato di scappare a piedi, venendo poi presa a Osimo Stazione. Un’altra era stata fermata lungo l’A14, a bordo di una Fiat Croma. Per tutti e sei era scattato l’arresto ed erano finiti a Montacuto. La refurtiva era stata interamente recuperata.

Assalto alla gioielleria del Grotte Center, catturata la banda di ladri

L’assalto notturno alla gioielleria fallisce: i banditi fuggono per campi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X