facebook rss

Senigallia cerca un direttore
per il Museo d’Arte Moderna
«Dovrà lavorare gratis»

E' QUANTO scritto nel modello di contratto allegato alla procedura per il conferimento dell'incarico di coordinatore della struttura di via Battisti. La prestazione dovrà essere ricoperta per tre anni e non costituisce un rapporto di lavoro subordinato con il Comune
Print Friendly, PDF & Email

Il Museo d’Arte Moderna di Senigallia

 

Direttore di museo cercasi. Per lavorare tre anni a titolo gratuito. E’ questo il contenuto dell’offerta del Comune di Senigallia che nei giorni scorsi ha pubblicato un bando per la ricerca di un direttore/coordinatore tecnico economico del Museo d’Arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia. Il posto è rimasto vacante dalla morte del professor Carlo Emanuele Bugatti. Stando a quanto riportato dai documenti amministrativi, il nuovo direttore dovrà «promuovere, valorizzare il progetto “Senigallia città della fotografia”»; «concorrere alla definizione di un progetto di sostenibilità economica delle attività del Museo, con riferimento ai possibili canali di finanziamento ed al coinvolgimento delle imprese del territorio; collaborare alle attività di monitoraggio e valutazione delle attività e dei servizi con particolare riferimento ai dati sulle presenze dei visitatori; individuare le strategie di reperimento delle risorse economiche necessarie alla valorizzazione delle raccolte conservate nel Museo; collaborare con il Dirigente Area Cultura, Comunicazione e Turismo, responsabile della gestione delle risorse umane e finanziarie assegnate al centro di costo per l’adozione di misure organizzative finalizzate ad ottenere la massima efficienza nell’erogazione dei servizi». Tutto questo dovrà essere portato avanti per tre anni. E a titolo gratuito. Riporta il modello di contratto: «L’incarico verrà svolto a titolo gratuito e senza prevedere alcun compenso a carico del Comune. Eventuali spese sostenute dal direttore incaricato strettamente correlate all’espletamento dell’incarico in oggetto potranno essere rimborsate dal Comune solo se preventivamente autorizzate dal dirigente competente e solo previa produzione della relativa rendicontazione contabile». L’incarico verrà identificato in un rapporto di  di collaborazione coordinata professionale con il Comune e non costituisce né sul piano formale né sul piano sostanziale rapporto di lavoro subordinato con il Comune di Senigallia.  A prevedere la forma contrattuale è il nuovo assetto organizzativo previsto dal Comune. La domanda per la candidatura dovrà pervenire agli uffici comunali entro il 10 luglio. Può partecipare chi ha una laurea in economia e commercio o economia dei beni culturali.

Addio a Carlo Emanuele Bugatti, una vita per l’arte e la cultura

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X