facebook rss

L’App ‘Odor.net’
apprezzata dal ministro

FALCONARA - L'8 luglio il nuovo 'Progetto Ambiente Integrato' e il sistema di monitoraggio saranno al centro di un'assemblea pubblica. Ridotti i tempi di attesa per le nuove centraline
sabato 29 Giugno 2019 - Ore 13:08
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ stato apprezzato anche dal ministro all’Ambiente Sergio Costa il ‘Progetto Ambiente Integrato’, realizzato dall’Arpa Marche su richiesta del sindaco Stefania Signorini per monitorare la qualità dell’aria sul territorio di Falconara. E ‘un modello a livello nazionale. Lo ha spiegato il dottor Giancarlo Marchetti, direttore generale dell’Arpam, nel pomeriggio del 28 giugno, durante la commissione Ambiente convocata per illustrare il progetto ai consiglieri di maggioranza e opposizione, rispondendo a dubbi e richieste di approfondimento. Il progetto, che sarà illustrato alla cittadinanza dallo stesso Marchetti con un’assemblea pubblica, che si svolgerà lunedì 8 luglio alle 18 al Centro Pergoli, sarà realizzato in due fasi: la prima di raccolta delle segnalazioni della popolazione sulle esalazioni avvertite a Falconara, la seconda di monitoraggio di composti organici volatili (Cov) attraverso l’installazione di nuove centraline. Marchetti ha esposto il funzionamento della App ‘Odor.net’, attivata nei giorni scorsi e arrivata a circa 70 iscrizioni, che permette ai cittadini di segnalare in tempo reale, dal proprio smartphone, le esalazioni avvertite sul territorio.

Sulla base delle segnalazioni saranno installate nuove centraline nei luoghi indicati più di frequente, per analizzare sostanze che attualmente non sono monitorate e che potrebbero essere messe in relazione alle emissioni avvertite dalla popolazione. Accogliendo un rilievo dell’assessorato all’Ambiente, il direttore generale di Arpam ha annunciato che, rispetto al progetto originale, sarà ridotto il tempo di attesa per l’installazione delle centraline, inizialmente stimato in sei mesi. I cittadini saranno protagonisti, perché assumeranno il ruolo di sentinelle dell’ambiente. Proprio questo aspetto, stando alle parole del dottor Marchetti, è stato apprezzato a livello ministeriale, tanto che il Progetto Ambiente potrebbe diventare un prototipo per altre realtà italiane. Alla commissione del 28 maggio ha partecipato il sindaco Stefania Signorini, affiancata dall’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi e dai tecnici comunali. Il primo cittadino ha particolarmente apprezzato quanto emerso dalla commissione.

«Mi auguro davvero che il progetto possa diventare un modello a livello nazionale e ringrazio il direttore generale di Arpam Giancarlo Marchetti per aver accolto la richiesta di una installazione più rapida delle nuove centraline – è il commento del sindaco -. Ho potuto apprezzare la disponibilità di Arpam già dall’autunno scorso, quando l’Agenzia per l’ambiente ha accolto la nostra richiesta di un progetto calibrato sulle esigenze di Falconara, dopo una serie di incontri che mi hanno permesso di spiegare le criticità ambientali cui il nostro territorio è sottoposto. Ne è nato questo progetto di cittadinanza attiva, che può rappresentare un sistema efficace di monitoraggio attraverso le nuove centraline, in grado di analizzare sostanze non ancora monitorate: un passo importante per Falconara».

Odori molesti, arriva l’app per le segnalazioni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X