facebook rss

Far west a Palombina,
il questore miete la prima vittima:
chiuso uno chalet

ANCONA - Questa notte carabinieri e polizia hanno fatto visita al Gabbiano per imporgli uno stop di 20 giorni per motivi di sicurezza e ordine pubblico
Print Friendly, PDF & Email

Polizia e carabinieri al Gabbiano

 

Pugno duro del questore contro la movida esagerata di Palombina: lo chalet Gabbiano dovrà stare chiuso per i prossimi 20 giorni. Il provvedimento ex art. 100 del Tuls, Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza, proposto ed eseguito dalla stazione dei carabinieri di Collemarino unitamente al personale della questura, è stato emesso nella notte dall’Autoritá provinciale di Pubblica Sicurezza. E’ stato eseguito a fronte di un dettagliato e motivato rapporto stilato dai carabinieri che hanno ripercorso le ultime settimane di attività serale dello stabilimento, ritenendo la sussistenza  dei profili di pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica. Va specificato che in capo ai proprietari ed ai gestori dei locali, non vengono ascritte dirette responsabilità sugli eventi accaduti. I provvedimenti di sospensione superano la sfera individuale dei diritti soggettivi poiché adottati nell’interesse collettivo di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Sono almeno tre gli episodi presi in considerazione dagli uomini guidati dal comandante Giuseppe Colasanto. Il 7 luglio una donna ha aggredito due uomini con uno spray urticante all’interno del locale, mandandoli in un ospedale per una crisi respiratoria.

Il sangue nel sottopasso lasciato da una delle zuffe

L’11 luglio, un cittadino che stava partecipando ad una festa nello stesso stabilimento, prima di tornare a casa, è stato rapinato dei pochi spicci che aveva con sè. In seguito all’aggressione, la vittima ha perso addirittura conoscenza. Il 13 luglio sono avvenuti due episodi. Prima un gruppo di 4 ragazzi, appena maggiorenni, è stato aggredito da un branco di circa 15 persone. Uno ha riportato la frattura del setto nasale (con lesioni guaribili in 30 giorni), un altro contusioni al volto (con lesioni guaribili in 6 giorni). Una seconda zuffa tra stranieri aveva reso necessario l’intervento di due pattuglie dei carabinieri ed una della polizia per disperdere gli avventori e riportare la situazione alla normalità. Oltre a quanto verificatosi, non sono mancate numerose segnalazioni pervenute dai cittadini di Palombina Nuova e dagli stessi commercianti limitrofi. Il Gabbiano dovrò stare inattivo per 20 giorni, fermo restando che eventuali nuovi disordini, potrebbero comportare anche la definitiva revoca della licenza. Intanto lo stabilimento non potrà riaprire prima del prossimo 7 agosto.

Ubriachi, vetri rotti e risse: il far west di Palombina (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X