facebook rss

Addio a Stefano Lucarini,
cuore e mente del rugby di Ancona

IL PROFESSORE di Scienze motorie è morto stanotte a 62 anni all'ospedale di Torrette dove era ricoverato per una malattia incurabile. Lo piangono l'Unione Rugbistica Anconitana e il mondo della scuola. A Maggio era stato insignito del massimo riconoscimento per il suo impegno nello sport nell'ambito della cerimonia di consegna dei Ciriachini d'oro. Martedì i funerali al campo della Palla Ovale 'Nelson Mandela'
domenica 28 Luglio 2019 - Ore 15:15
Print Friendly, PDF & Email

Il professor Lucarini riceve il premio durante la cerimonia dei Ciriachini a maggio 2019 (foto Giusy Marinelli)

 

«Non ci sono parole, riposa in pace Presidente». L’Unione Rugbistica Anconitana con questo mesaggio di cordoglio ha annunciato stamattina la morte del professor Stefano Lucarini. Il docente di Scienze motorie, tra i soci fondatori e alla guida del direttivo del club rugbistico si è spento prematuramete stanotte all’ospedale di Torrette all’età di 62 anni, dopo aver combattuto con tutte le sue forze contro una malattia che l’ha ucciso in pochi mesi. Per aver fatto rinascere una decina di anni fa la squadra di rugby, che oggi milita in C1, nello scorso mese di Maggio aveva ricevuto il massimo riconoscimento nell’ambito della cerimonia di consegna dei Ciriachini d’oro. A testimonianza del suo impegno nel panorama sportivo ma anche scolastico nel capoluogo di regione.

Il professore sarebbe andato in pensione a breve dall’Istvas  di Ancona dove insegnava Scienze motorie, per dedicarsi completamente a quella che era la sua passione, il gioco della palla ovale e la crescita dei giovani sportivi. «Un vero uomo di sport. Tra i ri-fondatori del movimento rugbystico anconetano e successivamente presidente dell’Ura, Unione Rugbystica Anconetana. – ricordano anche i dirigenti, gli allenatori e i giocatori dei GLS Dolphins Ancona- Lucarini ha lottato come un leone fino alla fine contro una grave malattia che lo affliggeva da tempo. Una situazione quantomai complicata che tuttavia non gli ha impedito di occuparsi dell’Ura fino alla fine, tanto era la sua passione ed il suo amore per il rugby. Un autentico esempio di dedizione alla causa per tutti gli sportivi ed i cittadini anconetani». La salma è stata composta all’obitorio di Torrette e potrà essere visitata nella camera ardente da domani mattina 29 Luglio, da mezzogiorno alle 18. I funerali si terranno martedì  prossimo, 30 Luglio alle ore 18 al campo della Palla Ovale ‘Nelson Mandela’ di via della Montagnola ad Ancona. «Per espresso volere del nostro Stefano invitiamo tutti a non portare fiori ma devolvere un’offerta all’ Avis all’ interno di una cassetta che sarà posizionata all’ ingresso dell’ impianto» comunica l’Unione rugbistica anconitana. Stefano Lucarini lascia la figlia Silvia alla quale stanno giungendo tante attestazioni di affetto in queste ore di grande sofferenza.

(ultimo aggiornamento alle ore 17.20)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X