facebook rss

Accertamenti Imu e Tasi,
Mariani: «Potenziate l’ufficio Tributi»

OSIMO - Dopo la decisione dell'amministrazione Pugnaloni di ricercare una cooperativa che affianchi i dipendenti comunali nell'attività di recupero delle somme non pagate, il portavoce di Fratelli d'Italia suggerisce di assumere invece nuovo personale pubblico piuttosto che dare in gestione il servizio a un soggetto esterno
martedì 20 Agosto 2019 - Ore 17:10
Print Friendly, PDF & Email

Maria Grazia Mariani con Carlo Ciccioli

 

«Le tasse vanno pagate e su questo siamo tutti d’accordo, ma perché esternalizzare il servizio di accertamento quando lo si può svolgere con funzionari comunali? Abbiamo già assistito alla questione TariI: cartelle a pioggia per milioni di euro che ha creato non pochi disagi a tantissime aziende osimane e che ha costretto gli uffici a lavorare per mesi alla correzione di tanti errori». A parlare è il portavoce di Fratelli d’Italia Osimo, Maria Grazia Mariani. Anche lei esprime perplessità dopo quelle già manifestate dalle Liste civiche sul bando pubblicato dall’amministrazione comunale per ricercare una cooperativa che affianchi l’Ufficio Tributi nell’attività di accertamento e recupero di Imu e Tasi non pagate.

«Sicuramente ci sono ancora importanti sacche di evasione e l’amministrazione comunale decide di affidare per i prossimi due anni il servizio accertamento Tasi e Imu ad una cooperativa sociale al costo di circa 230.000 euro. – ricorda la Mariani – Ma con quei soldi non si poteva potenziare l’ufficio tributi comunale? Non si poteva assumere funzionari all’ufficio tributi per svolgere un servizio così delicato? Tra l’altro anche la finanziaria 2019 ha introdotto dispositivi per il potenziamento della gestione delle entrate; tra questi anche gli incentivi per il personale impiegato. L’amministrazione comunale non ha fiducia nei propri uffici? Tutti sanno che il servizio svolto direttamente dagli uffici comunali offre maggiori garanzie di trasparenza in quanto basato sul principio di collaborazione e fiducia tra la pubblica amministrazione ed il contribuente. Diverso è se si decide di affidare il servizio ad una società privata il cui obiettivo è quello del profitto per i propri bilanci (come giusto che sia)».

‘Difendi Osimo’, la lista che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Maria Grazia Mariani alle Comunali 2019, nel suo programma elettorale aveva previsto che «sarà potenziato l’ufficio tributi che dovrà offrire collaborazione al cittadino/utente non solo con avvisi ma anche con un apposito sportello che sarà in grado di rispondere a qualsiasi esigenza del contribuente in tempo reale. L’attività avente ad oggetto la “lotta all’evasione” sarà gestita direttamente dagli uffici comunali. Nessun affidamento del servizio a società esterne» ricorda la stessa Mariani sottolineando che «non si può mettere in discussione la scelta degli elettori, ma noi non staremo a guardare. Vigileremo attentamente e per il momento segnaliamo una gravissima irregolarità: perché il consiglio comunale non è stato coinvolto in tale scelta (in palese violazione al Tuel)?»

Accertamenti Imu e Tasi: bando per selezionare cooperative per la riscossione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X