facebook rss

Lepri e caprioli in pista, Aerdorica:
«Massimo impegno per la sicurezza»

FALCONARA - Gli animali sono pericolosi nelle fasi di atterraggio e decollo. La Provincia ha emesso un decreto che consente cattura e abbattimento. L'amministratore Bassetti sottolinea le misure costantemente in atto a tutela dei passeggeri
Print Friendly, PDF & Email

L’aeroporto “Raffaello Sanzio”

Lepri e caprioli minano la sicurezza dell’aeroporto Raffaello Sanzio a Falconara. La presenza degli animali in pista, segnalata più volte, costituisce infatti un grave pericolo per gli aerei in fase di decollo e di atterraggio. Così nei giorni scorsi è intervenuta la provincia di Ancona con un decreto che consente «la cattura e/o l’abbattimento degli esemplari di mammiferi di medie e grandi dimensioni presenti all’interno del sedime aeroportuale di Falconara Marittima, costituenti reale pericolo per il traffico aereo». 
Aerdorica ha recepito il documento della Provincia e precisa tramite l’ingegner Carmine Bassetti, amministratore unico: «La sicurezza del volo è per noi obiettivo primario e condiviso»

Aerdorica sottolinea inoltre che purtroppo è molto diffusa la presenza negli aeroporti di volatili e mammiferi a causa della localizzazione delle infrastrutture aeroportuali in aree non urbanizzate e con superfici prative di molti ettari, che di per sé costituiscono potenti fonti attrattive e attirano un elevato numero di volatili e mammiferi.

«Agiamo costantemente per la promozione ed il miglioramento continuo della sicurezza operativa nell’interesse dei passeggeri, delle Compagnie Aeree, degli operatori aeroportuali e del territorio e l’attenzione alla sicurezza è rivolta a tutte le componenti aeroportuali: dalla definizione delle strategie, all’elaborazione di nuovi progetti, dallo sviluppo dei processi fino alla conduzione delle attività operative».  A pochi mesi dall’insediamento del nuovo management, l’Aerdorica ribadisce l’impegno per la sicurezza. «L’aeroporto è una struttura molto complessa ed articolata, soggetta a normative di sicurezza molto stringenti. Agli impianti ed alle infrastrutture aeroportuali viene richiesto un livello di servizio molto alto, ed estrema attenzione viene posta ai temi di sicurezza sul lavoro ed alla qualità dei servizi offerti ai passeggeri – continua Bassetti – Tutto il personale che opera in aeroporto è pertanto opportunamente formato ed informato ed è in possesso di una vera e propria ‘cultura della sicurezza aeroportuale’».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X