facebook rss

Ritorno sui banchi,
il sindaco Pugnaloni agli studenti:
«Buon… Capodanno»

OSIMO - Il messaggio per il nuovo anno scolastico del primo cittadino. Stamattina traffico più intenso sulle principali arteria stradali cittadine ma senza grossi disagi. Servizio mensa e scuolabus già attivi
lunedì 16 Settembre 2019 - Ore 17:10
Print Friendly, PDF & Email

Immagine di repertorio (foto Bruno Severini)

 

Ritorno sui banchi per gli oltre 3500 studenti di scuole materne, Primarie e Medie nei 27 plessi scolastici comunali di Osimo. Traffico più intenso, stamattina, sulle principali arterie stradali cittadine, soprattutto in via Marco Polo e via Colombo in direzione dei poli scolastici con gl istituti superiori (Iis ‘Laeng’ e Itcg-licei ‘Corridoni Campana’), ma gestito senza grossi disagi dagli agenti della Polizia locale. Mense e scuolabus sono stati assicurati ai ragazzini osimani delle scuole dell’obbligo fin dal primo giorno di scuola e com’è tradizione, stamattina il sindaco Simone Pugnaloni ha voluto inviare a tutti gli operatori del mondo della scuola un messaggio di buon lavoro. «Diciamo semplicemente Buon Anno, anzi Buon…. Capodanno. – ha esordito il primo cittadino di Osimo – Si tratta senz’altro di un Capodanno diverso da quello che siamo soliti festeggiare il primo di Gennaio, ma non meno importante di quello segnato in rosso sul calendario, perché tutti – direttamente o indirettamente, ne sono coinvolti- mentre fanno preparativi e manifestano buoni propositi. E’ infatti il Capodanno del Nuovo Anno Scolastico, quando prendono avvio i buoni e nuovi propositi che speriamo tutti di realizzare: migliorare quella materia così difficile, conoscere nuovi professori, iniziare un nuovo percorso scolastico forti di quei piccoli insuccessi che ci hanno fatto crescere o di quei visi noti che ritroviamo dopo le vacanze estive e ci danno fiducia».

il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni

Simone Pugnaloni ha invitato gli studenti ad affrontare prospettive e sfide nuove «con impegno e con sempre maggiore entusiasmo. Così auguriamo ai ragazzi di apprezzare il valore della comunità scolastica dove sono guidati ad orientarsi nella informazione corretta, dove possano apprendere le nozioni, ma anche il valore del ragionamento e del confronto tra le idee, fino a diventare interlocutori attenti e critici, capaci di cogliere la complessità del mondo che ci circonda e dell’attualità e che non può sempre tradursi in slogan o pensieri semplicistici e riduttivi, se non proprio falsati (le famose fake news!)».

Un’aula della scuola primaria di Casenuove di Osimo

Il saluto è stato rivolto anche ai docenti e a tutto il personale scolastico «perché svolgono una funzione insostituibile, e -diciamolo- non sempre riconosciuta. – ha sottolineato il sindaco – Costruire, sostenere, collaborare possono rappresentare la sintesi della compito educativo che attende loro e l’intera comunità, nella consapevolezza che i nostri giovani sono il futuro e quindi è necessario avere la pazienza e l’entusiasmo di prendersene cura: si tratta di un sicuro investimento che ricade sul futuro di tutti. L’amministrazione, per ciò che le compete, non si sottrarrà ai suoi doveri impiegando risorse ed energie per non disperdere questo patrimonio umano unico. Buon lavoro a tutti».

Si torna a scuola, Andreoni: «Definiti tutti i servizi»

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X