facebook rss

Abusi sessuali sulle studentesse,
condanna definitiva:
bidello finisce in carcere

ANCONA - L'uomo, 68enne ex collaboratore scolastico dell'Istvas, ha perso l'ultimo grado di giudizio. La Cassazione ha confermato la condanna a due anni e quattro mesi di reclusione. Ieri, è stato portato a Montacuto
mercoledì 18 Settembre 2019 - Ore 14:52
Print Friendly, PDF & Email

Il carcere di Montacuto

 

Molestie sessuali alle studentesse: bidello anconetano di 68 anni finisce in carcere. Le porte di Montacuto si sono aperte ieri per l’ex collaboratore scolastico dell’Istvas, condannato sia in primo che secondo grado a due anni e quattro mesi di reclusione. La condanna è diventata definitiva con la sentenza della Cassazione che ha confermato recentemente la decisione dei due tribunali.  A prelevare a casa l’uomo sono stati i carabinieri della caserma delle Brecce Bianche, titolari dell’indagine partita con la denuncia di alcune ragazzine, tutte minorenni all’epoca dei fatti, nel 2017. Il bidello era stato arrestato e collocato ai domiciliari.  Tutte le ragazzine, secondo il loro racconto, avevano subito in momenti diversi pesanti attenzioni da parte del bidello all’interno della scuola, in uno stanzino o nel vano ascensore.  I carabinieri, guidati dal comandante Giuseppe Caiazzo, per poter provare quanto dichiarato dalle minorenni, avevano disseminato di telecamere l’istituto scolastico, iniziando a controllare i movimenti ed i comportamenti del bidello. L’uomo ha sempre rigettato ogni accusa, sostenendo come le studentesse possano aver frainteso gli atteggiamenti del collaboratore scolastico. Da parte sua non ci sarebbe mai stata l’intenzione di ottenere un rapporto intimo dalle minorenni. Durante l’iter processuale, di tre ragazzine coinvolte, solo una si è costituita parte civile.

(fe.ser)

Abusi sessuali sulle studentesse, bidello condannato anche in appello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X