facebook rss

Debutto con “manita” per Marino,
Anconitana strapazza la Forsempronese
nel segno di Alex Ambrosini

ECCELLENZA - Buona la prima in panchina per il nuovo mister biancorosso, finisce 5 a 1 il match giocato al Del Conero. Oltre all'attaccante, autore di una tripletta, a segno anche Mansour e Zaldua
Print Friendly, PDF & Email

 

L’esultanza dei dorici

 

di Lorenzo Agostinelli

Vince e convince l’Anconitana di mister Marino, alla prima sulla panchina biancorossa. Rotondo 5 a 1 in casa contro la Forsempronese. Mattatore Ambrosini, che sigla una tripletta personale e riceve la standing ovation del Del Conero, super anche Mansour, vera e propria spina nel fianco della retroguardia biancoceleste. Buona prova della Forsempronese che fino al gol del 3 a 1 ha giocato e cercato il pareggio con tutte le forze. I dorici salgono al quinto posto in solitaria, a più 1 su Vigor Senigallia e Castelfidardo, a soli 4 punti dalla capolista Atletico Gallo Colbordolo. La coppia Urbania e Porto d’Ascoli, appaiate a 20 punti, ora dista soltanto 3 lunghezze.

La cronaca- Il match inizia con gli ospiti che, senza timori reverenziali, giocano a viso aperto e riescono ad arrivare spesso dalle parti di Battistini, senza però creare troppe preoccupazioni all’estremo difensore dorico. Anconitana che, invece, si limita ad arginare le incursioni avversarie e a ripartire velocemente. A metà esatta del primo tempo arriva l’episodio che sblocca la partita. Giambuzzi rimette in mezzo una palla sporca ed è un gioco da ragazzi per Mansour deviare in rete di testa la palla del’1 a 0. Poco dopo è ancora Mansour a creare pericoli agli ospiti, il numero 10 salta Camilloni e mette dietro il pallone sul quale si avventa Trombetta: la conclusione del centrale dorico però sibila alta sopra la traversa. Poco dopo la mezz’ora inizia l’Ambrosini show: controlla il pallone dentro l’area e con un diagonale imprendibile, da destra verso sinistra, fredda Piagnerelli sul palo più lontano e sigla il 2 a 0 per l’Anconitana. Al quarantesimo Ambrosini ci riprova, rientra dalla sinistra e lascia partire un tiro che l’estremo ospite respinge con qualche preoccupazione. Primo tempo che si conclude con i padroni di casa meritatamente sul 2 a 0, gli ospiti dal canto loro hanno creato e non sembrano aver gettato la spugna.

Il secondo tempo inizia con gli ospiti che da copione si spingono in avanti alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita. Intorno al decimo del secondo tempo la Forsempronese accorcia le distanze: la retroguardia di casa si dimentica Gallotti tutto solo sul secondo palo che può prendere la mira ed impattare di testa il cross del compagno per il 2 a 1 degli ospiti. Verso il quarto d’ora del secondo tempo Mansour va via al suo avversario sulla fascia sinistra e mette la palla in mezzo per Ambrosini, che tutto solo non sbaglia e fa 3 a 1 per l’Anconitana. Alla mezzora Battisti, imbeccato da Paradisi, ha una buona occasione per accorciare ancora le distanze ma il suo tiro in diagonale finisce largo. Passata la mezz’ora del secondo tempo ci prova ancora la Forsempronese con Pandolfi, che da fuori tenta la fortuna e sfiora soltanto l’incrocio dei pali. Manca poco alla fine e Magnanelli si invola a rete, dentro l’area però viene steso da Piagnerelli ed il direttore di gare concede il calcio di rigore all’Anconitana. Dal dischetto va Ambrosini che non sbaglia, sigla la tripletta personale e porta i dorici sul 4 a 1. Spavento nel finale con Battistini che va a vuoto e Barattini che a porta sguarnita la spara sopra la traversa. Sull’ultima azione, il subentrato Zaldua si inventa un gran gol: dallo spigolo sinistro dell’area di rigore il numero 18 tira a girare e trova l’angolino basso, battendo inesorabilmente Piagnerelli. La partita termina 5 a 1 per l’Anconitana che ha lottato e sembra aver invertito la tendenza delle ultime settimane con una grandissima prestazione.

Il tabellino:

ANCONITANA (4-3-3): Battistini 6; Bordi 6, Micucci 6 (32’ s.t. Pierdomenica), Mercurio 6, Trombetta 6.5; Visciano 6 (41’ s.t. Zagaglia 6), Giambuzzi 6.5 (16’ s.t. Bruna 6), Magnanelli 6.5; Marzioni 6 (32’ s.t. Cameruccio 6.5), Mansour 7, Ambrosini 8 (48’ s.t. Zaldua 7). A disp.: Montuoso, Baciu, Terranova, Moretti. All.: U. Marino.

FORSEMPRONESE (4-3-3): Piagnerelli 5.5; Camilloni 5.5 (19’ s.t. Copa 5), Zandri 6, Buresta 6, Patarchi 5.5; Pandolfi 6, Loberti 5.5 (19’ s.t. Barattini 5), Gallotti 6 (41’ s.t. Fontana 5.5); Pagliari 5.5, Paradisi 6, Battisti 5.5 (46’ s.t. Bucchi s.v.). A disp.: Chiarucci, Rosetti, Ruiu, Orci, Arcangeletti. All.: M. Fucili.

TERNA ARBITRALE: Cardelli di Pesaro (Marchei di Ascoli Piceno e Bejko di Jesi).

RETI: 24’ p.t. Mansour, 34’ p.t., 14’ e 45’ s.t. Ambrosini, 8’ s.t. Gallotti, 51’ s.t. Zaldua.

NOTE: Spettatori: 1000 circa. Ammoniti: Mercurio, Ambrosini, Loberti, Mansour, Piagnerelli. Corner: 2 – 4. Recupero: 8’ (2’ + 6’).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X