facebook rss

Nella stanza affittata nel B&B,
l’alcova per incontri a luci rosse:
una lucciola era clandestina

ANCONA - I poliziotti della Squadra Mobile, letto l'annuncio sul web, si sono finti clienti scoprendo che una delle due dominicane di 40 e 45 anni era irregolare sul territorio nazionale da 8 anni. Dopo la denuncia, l'hanno accompagnata alla frontiera aerea di Fiumicino
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Affittano una stanza in un B&B e la trasformano in alcova per incontri a pagamento, con clienti intercettati tramite inserzioni pubblicate sul web. Continua incessante l’attività investigativa della Squadra Mobile di Ancona sul fronte della prostituzione e del soggiorno irregolare sul territorio nazionale. Nelle ultime ore i poliziotti della Sezione Reati contro la prostituzione e criminalità straniera, hanno scovato un’altra “casa di appuntamenti”. Il sistema scoperto dagli investigatori, questa volta, è andato fuori dagli schemi tradizionali. Le donne, due dominicane di 40 e 45 anni, dopo una ricerca sul web, hanno prenotato un B&B di Ancona come normali turiste, confermando e pagando anticipatamente il soggiorno. Una volta raggiunta la città, hanno occupato le stanze della struttura senza destare sospetti sull’attività di prostitute che di lì a poco avrebbero intrapreso all’interno della struttura. Quindi hanno iniziato ad ingaggiare i clienti con annunci divulgati su bacheche digitali lanciati già prima di arrivare ad Ancona.

I poliziotti della Squadra Mobile, dopo aver contattato le due donne le hanno raggiunte nel B&B fingendosi clienti e dopo aver constatato trattarsi di prostitute, hanno accertato che una di loro era clandestina da ben otto anni (dal 2012). Dopo averla denunciata alla competente Procura della Repubblica per violazione delle norme previste e punite dal Testo Unico sull’immigrazione, di concerto con l’ufficio Immigrazione della Questura hanno proceduto ad accompagnarla alla frontiera aerea di Fiumicino a seguito di provvedimento di espulsione del Questore di Ancona. Raggiunta la frontiera aerea la donna è stata imbarcata su volo di Stato per il paese di origine.

Parte e subaffitta a una squillo: 30enne nei guai

Blitz anti prostituzione della polizia: una squillo tenta di ingoiare il telefono degli appuntamenti

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page