facebook rss

Auchan-Conad, nessuna garanzia
per il deposito di Osimo:
nuova giornata di sciopero

IL MAGAZZINO di via Edison si sta lentamente spegnendo per il calo dei volumi movimentati e lo spostamento della merce verso altre strutture. Giovedì, dalle ore 9, i lavoratori con le segreterie regionali di Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs si fermeranno per l’intero turno di lavoro
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Dopo il sit-in dello scorso 13 febbraio, che ha visto la partecipazione dei vertici della Regione Marche, prosegue la protesta dei lavoratori impegnati nel deposito di via Edison a Osimo con un ulteriore giornata di sciopero prevista per giovedì prossimo, 20 febbraio. «A seguito della mancanza di risposte da parte di XPO, si continuano ad alimentare i timori sulla reale volontà di investire sul magazzino che si sta lentamente spegnendo a causa del calo dei volumi movimentati e dello spostamento della merce verso altre strutture.- spiegano in una nota Carlo Cotichelli della Filcams-Cgil, Selena Soleggiati della Fisascat-Cisl e Fabrizio Bontà della Uiltucs – Siamo convinti che il deposito rappresenti una risorsa importante per il mondo Conad e che vadano fatte scelte che preservino anche questa unità distributiva affinché venga assicurato un futuro al magazzino e agli oltre 100 lavoratori che ad oggi lo vivono. Per tali ragioni, lo sciopero di giovedì 20 febbraio è stato proclamato dalle segreterie regionali di Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs per l’intero turno di lavoro e vedrà il presidio iniziare alle ore 9 davanti ai cancelli del Deposito».

Ceriscioli al sit in dei lavoratori del deposito ex Auchan: «Presto nuovo tavolo di confronto» (Video)

Negozi ex Auchan, nuova assemblea e sit in dei lavoratori del deposito Xpo

Vertenza Auchan-Conad, fumata grigia in Regione: resta l’incognita per 487 dipendenti

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page