facebook rss

Esordio amaro per la Maceratese
Castelfidardo vince in rimonta

PROMOZIONE - Tornata in campo a otto mesi di distanza dall'ultima partita, la squadra di Nocera passa in vantaggio con una punizione di Miramontes. Nella ripresa i padroni di casa pareggiano con un gran gol di Storani ed effettuano il sorpasso con la rete di D'acunzo. Finisce 2 a 1
Print Friendly, PDF & Email

castelfidardo-maceratese-2-325x244

 

di Michele Carbonari

Era il 23 febbraio quando la Maceratese giocò l’ultima partita dell’annata 2019/2020, 3 a 1 alla Monterubbianese. Oggi sabato 24 ottobre, a distanza di otto mesi, i biancorossi tornano in campo e bagnano con una clamorosa sconfitta in rimonta il debutto stagionale di Castelfidardo contro la Vigor, che trionfa 2 a 1. Sotto una pioggia battente per quasi tutti i novanta minuti, i biancorossi di Nocera passano nel primo tempo grazie ad una pennellata di Miramontes su punizione dal limite, ma hanno il demerito di non chiudere la contesa. I locali recriminano per un gol annullato a Tonuzi (ex Villa Musone) al tramonto di frazione ma si rifanno con gli interessi nella ripresa: Storani pareggia con una parabola perfetta e D’Acunzo realizza il tap-in a pochi minuti dal triplice fischio, non lasciando il tempo alla Maceratese di reagire. Esordio amaro per la squadra del presidente Crocioni, una delle favorite alla vittoria del campionato nel girone B di Promozione, che non può permettersi ulteriori passi falsi fin da sabato prossimo quando all’Helvia Recina arriverà il Chiesanuova, altra formazione costruita per vincere e ricca di ex biancorossi.

castelfidardo-macerateseLa cronaca. Mister Nocera deve fare a meno di Vechiarello e Carrion infortunati. Dopo appena un giro di lancette Santoni commette il primo errore in disimpegno della sua gara, Perez allarga per Telloni che premia l’inserimento di Massei il quale di testa spedisce sul corpo di Lombardi che si salva. L’avvio della Maceratese è promettente, ma Nocera deve subito fare i conti con l’infortunio muscolare rimediato da Massini: al suo posto entra Patacchini che si posiziona sulla destra del centrocampo, con Telloni retrocesso a terzino sinistro. La partita è equilibrata, con buone trame da entrambe le formazioni che però peccano di precisione negli ultimi metri. Per questo, per sbloccare la partita serve un calcio piazzato, specialità della casa per Miramontes, che pennella al 20′ dal limite dell’area in seguito ad un fallo commesso da Santoni. Poi è Marconi a sbagliare l’impostazione, Perez raccoglie e Lombardi neutralizza con i guantoni. La Vigor Castelfidardo rimedia ai suoi errori al 31′, quando Tonuzi incorna di prepotenza su un cross dalla sinistra e gonfia la rete. L’arbitro Testai della sezione di Catania annulla per una carica, inesistente, dell’attaccante ex Villa Musone su Telloni, fra le proteste dei biancoazzurri (oggi in tenuta gialla). I biancorossi avrebbero l’occasione per raddoppiare ma il colpo di testa di Bigoni sugli sviluppi di un corner dalla sinistra termina alto di poco. Nell’intervallo Manisera lascia negli spogliatoi Santoni ed inserisce Marsili al centro della difesa, poi esce Biondi ed entra Polzonetti.

castelfidardo-maceratese-3-325x244Dieci minuti dopo il cambio la Vigor Castelfidardo raccoglie i frutti degli sforzi profusi, grazie ad una magia di Storani: vince un rimpallo a centrocampo e si invola verso la porta biancorossa, defilato entra in area e inventa una palombella che beffa Farroni e che vale l’1 a 1. Gli anconetani ci credono ma la Maceratese ci prova con Postacchini e Dell’Aquila, conclusioni a lato. La Vigor non è da meno e al 37′ impegna il portiere ospite con Terrè. È il preludio al gol del vantaggio locale. Trascorrono due minuti, Farroni arriva sul diagonale di un calciatore biancoazzurro e il neoentrato D’Acunzo è in agguato e trasforma in oro il suo primo pallone toccato. Alla Maceratese non bastano neanche i cinque minuti di recupero e torna nel capoluogo a mani vuote.

Il tabellino:
VIGOR CASTELFIDARDO (4-3-3): Lombardi 6; Gambacorta 6, Marconi 6, Santoni 5 (1′ s.t. Marsili 6,5), Stacchiotti 6,5 (38′ s.t. D’Acunzo 6,5); Carini 6,5, Biondi 5,5 (9′ s.t. Polzonetti 6,5), Domenichetti 6; Tonuzi 6 (29′ s.t. Perna 6), Storani 7, Terrè 6. A disp.: Fatone, Stocchi, Ottaviani, Taddei. All.: Manisera
MACERATESE (4-2-3-1): Farroni 6; Marchetti 5,5, Bigoni 6, Mercurio 6 (47′ s.t. Cirulli s.v.), Massini (4′ s.t. Postacchini 5,5); Massei 6,5, Micucci 6,5; Telloni 5,5, Miramontes 6, Perez 5,5 (28′ s.t. Agostinelli 6); Dell’Aquila 6. A disp.: Giustozzi, Shoshaj, Ghannaoui, Ruibal, Andreucci. All.: Nocera.
TERNA ARBITRALE: Testai di Catania (Allievi – Marchei)
RETI: 20′ p.t. Miramontes, 17′ s.t. Storani, 39′ s.t. D’Acunzo.
NOTE: partita giocata a porte chiuse. Ammoniti: Marchetti, Santoni, Storani, Postacchini. Recupero: 7′ (2′ + 5′).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X