facebook rss

Il delirio social del presunto killer,
insulti alla vittima prima dell’omicidio

ANCONA - In un video Mattia Rossetti, fermato dagli inquirenti per l'assassinio del parrucchiere 26enne, mostra il suo risentimento per l'ex compagno di scuola e arriva a dare a lui la colpa del suicidio del frontman dei Linkin Park
Print Friendly, PDF & Email

 

Un video pubblicato sui social, un delirio in cui fa riferimento pure al compianto frontman dei Linkin Park, morto suicida a Palos Verdes Estates nel 2017. E poi i riferimenti ad una ragazza che gli piaceva e alla droga. E’ la story in cui Mattia Rossetti, 26enne anconetano fermato per omicidio, sviscera tutto il suo odio per Michele Martedì, il parrucchiere ucciso questa mattina a coltellate in via Maggini 204 ad Ancona, ad un centinaio di metri dalla clinica privata di Villa Igea, nel quartiere Pinocchio.

Il luogo dell’omicidio

Gli inquirenti ritengono sia stato proprio Rossetti ad ucciderlo. Ignoto al momento il movente che avrebbe portato all’aggressione fatale. Nel video il presunto killer non parla di uccidere il suo coetaneo ed ex compagno di scuola, ma tra un delirio e l’altro il suo risentimento verso di lui è evidente.

killer

Mattia Rossetti

Rossetti definisce Martedì «uomo di m…». Ecco alcuni passaggi: «Al Pinocchio sono tutti un branco di infami di m… Michele Martedì ha fatto morì Chester Bennington sto killer di m….E’ n’omo de m… Non lo potevo neanche menare Michele Martedì, perché poi chiamava mi madre e gli diceva “Guarda che lu che me vole menà, bisogna che se ricovera”».

 

https://www.cronacheancona.it/2020/12/08/omicidio-al-pinocchio-26enne-accoltellato-sotto-casa-fermato-ex-compagno-di-scuola/275200/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X