facebook rss

«Un ragazzo che amava lo sport
strappato alla vita dalla follia umana»

ANCONA - Tanti messaggi di cordoglio per la morte del 26enne, comparsi sui social media già nelle ore successive alla tragedia consumata ieri in via Maggini
Print Friendly, PDF & Email

 

Un ragazzo nel pieno della vita che amava lo sport. Sono tanti i messaggi di cordoglio rivolti alla famiglia per la morte di Michele Martedì comparsi sui social media già nelle ore successive alla tragedia consumata ieri in via Maggini. «Un omicidio ha sconvolto Ancona – scrive Futsalmarche su facebook -. La vittima é Michele Martedì, ex calcettista di Futsal Montemarciano, Citta di Falconara, P73 e Tenax. Non ci sono parole per descrivere come si possa portare via una vita a soli 26 anni. L’abbraccio nostro, e per estensione di tutto il popolo del futsal marchigiano, va alla famiglia del giovane sportivo anconetano. Ciao Michele, amico nostro».

Michele Martedì

Il Città di Falconara lo ricorda con affetto nei momenti trascorsi insieme. «Arriva questa notizia e non esistono parole. Affiorano solo i tanti bei ricordi, le infinite gag, le risate continue. – rammentano dal club – Due stagioni dopo scegliemmo di puntare solo sui nostri ragazzi del posto. Ti era dispiaciuto, ma l’avevi accettato. Ci avevi ringraziato quando agevolammo il tuo trasferimento ad un’altra società tutta contenta di averti. Per rispetto ci avevi chiesto se dovevi riportarci il nostro materiale sportivo. E ti sei emozionato quando ti rispondemmo  “Once citizens, always citizens. Tienila per sempre la nostra roba. Tu che sei stato uno della squadra dei miracoli.” Nell’abbracciare la tua famiglia e i tuoi amici di fronte a questa tragedia per cui non c’è possibilità di consolazione, che tutti sappiano che non ti dimenticheremo mai. Un giorno, da qualche parte, in qualche posto, saremo di nuovo insieme. Ciao Michele, ragazzo dei miracoli!». Un cordoglio condiviso poi dall’Unione Rugbistica Anconitana che piange la morte del ventiseienne anconetano rivolgendo «ai familiari, agli amici e ai conoscenti  il nostro più caloroso abbraccio in questo momento di grande tristezza. Rip».

Anche i Dolphins Ancona, squadra di football americano, hanno voluto omaggiare il ricordo di Michele «ragazzo di 26 anni strappato precocemente alla vita dalla follia umana. Michele era uno stimato giocatore di futsal e nel campo si era sempre distinto per capacità, grinta, voglia di vincere e rispetto di ogni avversario.-. rammentano sui social – Le nostre piú sentite condoglianze sono rivolte a chiunque abbia avuto il privilegio di conoscerlo. Un abbraccio particolarmente affettuoso é poi offerto ai suoi genitori ed ai suoi fratelli, Marco e Mattia, anche loro noti ed apprezzati da tutti rispettivamente nel calcetto come allenatore il primo e nel calcio dilettantistico di alto livello il secondo. Oggi abbiamo perso tutti». Infine L’Asd Dorica, squadra di calcio a 5 allenata da Marco Martedì, il fratello di Michele «si stringe attorno al mister Marco e alla sua famiglia per la tragica scomparsa dell’amato fratello Michele, che la terra gli sia lieve». Tra le tante voci che ieri si sono alzate per esprimere sofferenza anche quella della professoressa Paola Mancinelli. «Il mio ex studente Michele Martedi è tragicamente morto. – ha scritto  su Fb – Sono desolata. Ho sulla scrivania la rosa di porcellana che mi aveva regalato e non posso non ricordare che era venuto a cercarmi per sentire il mio sostegno Ciao Michele, spero che l’approdo sia nella luce e l’ abbraccio di Dio ti doni amore e verità, che tu hai sempre cercato, pur nell’inquietudine».

Il delirio social del presunto killer, insulti alla vittima prima dell’omicidio

Le urla strazianti della madre: «Mi ha levato un figlio Michele aveva tutta la vita davanti»

Omicidio, in carcere il 26enne: «Ricorda tutto, ma è molto scosso»

Omicidio al Pinocchio, 26enne accoltellato sotto casa: fermato ex compagno di scuola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X