facebook rss

Case fantasma promosse sul web:
condannato truffatore seriale

ANCONA - Undici mesi di reclusione per il 42enne Marco Piergiacomi, al centro di un servizio de Le Iene per le ripetute accuse di frodi perpetrate con annunci online. L'imputato: «Voglio rimediare»
Print Friendly, PDF & Email

Marco Piergiacomi intervista da Valeria Castellano de Le Iene

 

Undici mesi di reclusione. E’ questo l’esito della sentenza di condanna nei confronti del 42enne lauretano Marco Piergiacomi, finito anche al centro nel dicembre del 2017 di un servizio de Le Iene incentrato sulla miriade di denunce ricevute per truffe di case vacanza ‘fantasma’. Nel procedimento che si è concluso questa mattina davanti al giudice Elisa Matricardi, l’imputato doveva rispondere di una serie di frodi e di un’appropriazione indebita. Alcune contestazioni (tra il 2013 e il 2017) sono cadute per la remissione di querela da parte delle vittime, 14 in totale. In sostanza, la procura contestava al 42enne – arrestato dai carabinieri di Osimo e portato in carcere nell’ottobre del 2019 – la promozione online di annunci relativi agli affitti di case vacanza. Stando all’accusa, dopo aver ricevuto la caparra o comunque una quota per la mediazione tra il proprietario e i papabili affittuari, non avrebbe ceduto l’immobile ai clienti, intascandosi così i soldi per un affare non concluso.  Piergiacomi, difeso dall’avvocato Rino Bartera, ha seguito l’udienza collegato dal carcere di Montacuto. Prima che il giudice si ritirasse ha reso dichiarazioni spontanee: «Voglio rimediare» ha detto, sostenendo anche di voler ripagare le vittime, almeno in parte e per quanto gli sarà possibile.

(Redazione CA)

Viola ancora la sorveglianza speciale: secondo arresto in un mese

Truffa delle case-vacanza fantasma, arrestato 41enne osimano

Truffe dei falsi affitti, la ‘primula rossa del web’ incastrata da Le Iene

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X