facebook rss

Bilancio trimestrale Elica:
crescono i ricavi,
non la marginalità del Cooking

FABRIANO - L’utile netto del gruppo multinazionale sale a 5,6 milioni di euro rispetto ai 2 del primo trimestre 2020 ed i ricavi a 137 milioni (+23,7% rispetto al 2020). L'ad Cocci: «Nonostante i risultati raggiunti nei primi 3 mesi dell’anno in termini di fatturato la divisione Cooking dell’entity italiana continua a soffrire» e stenta a generare guadagni
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Cda di Elica s.p.a. approva i risultati del primo trimestre 2021: ricavi a 137 milioni di euro (+23,7% rispetto al 2020; +27,3% a cambi costanti) progresso trainato dal crescente impatto degli eco- bonus a livello europeo e dai nuovi progetti, nel segmento cooking (+24,3%) e nei motori (+20,6%). Primo trimestre del 2021 quindi con crescita dei principali indicatori a due cifre per la multinazionale di Fabriano, leader nelle cappe aspiranti. Ebitda a 14,4 milioni di euro (+ 31,4%), Ebit pari a 8,5 milioni di euro (4,3 milioni di euro nel primo trimestre 2020). Il risultato netto normalizzato è pari a 5,6 milioni di euro, rispetto ai 2 milioni di euro del primo trimestre 2020. Risultato netto normalizzato di pertinenza del Gruppo pari a 3,9 milioni di euro rispetto a 0,9 milioni di euro dello stesso periodo 2020. Migliora anche la posizione finanziaria netta: -51,3 milioni di euro (rispetto a -55,3 milioni di Euro al 31 marzo 2020. Il segmento Cooking cersce del 24,3%, confermando la crescita a doppia cifra sia nelle vendite a marchi propri che nel segmento Oem (+22,8% e +25,8% rispettivamente). Prosegue il trend di crescita nei Motori (+20,6%) anche grazie ad una domanda di mercato stimolata dall’Eco-bonus e da altri incentivi a livello europeo. I dati sono stati approvati oggi dal Cda, mentre è in corso una vertenza per il piano di riorganizzazione dell’area Cooking Italia, con esuberi, la chiusura di uno stabilimento e delocalizzazioni, approdata al tavolo di crisi del Mise.

Giulio Cocci

«I risultati dei primi tre mesi dell’anno confermano la solidità in tutti i segmenti di business. Cresciamo da 3 trimestri nel Cooking e nei Motori. Abbiamo continuato a lavorare sull’efficienza operativa, mitigando la crescita dei costi delle materie prime attraverso lo sviluppo dei volumi, il controllo degli Sg&A e un progressivo aumento dei prezzi, con conseguente miglioramento dei margini e della generazione di cassa. L’obiettivo di un Capex al 4% sui ricavi con un immutato focus su nuovi prodotti, innovazione e progetti di sviluppo spiega il miglioramento della posizione finanziaria netta – commenta Giulio Cocci, amministratore delegato di Elica – Nonostante i risultati raggiunti in termini di fatturato la divisione Cooking dell’entity italiana continua a soffrire in termini di marginalità operativa, registrando un’ulteriore riduzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo trend, unitamente alle perdite sempre registrate negli ultimi 5 anni, conferma le motivazioni che ci hanno portato alla dolorosa decisione, annunciata a fine marzo, di trasferire le linee produttive a maggiore standardizzazione nello stabilimento polacco».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X