facebook rss

I consiglieri comunali
devolvono i gettoni di presenza
per la vertenza Elica

JESI - Approvata ieri all'unanimità la mozione di ‘Jesi in Comune’. «Non è stato facile, non era scontato, ma ci siamo riusciti. Un piccolo sostegno a chi lotta» commentano i consiglieri del gruppo di minoranza
Print Friendly, PDF & Email

Jesi, la seduta consiliare di ieri

 

«Non è stato facile, non era scontato, ma ci siamo riusciti: il gettone di presenza del consiglio comunale di Jesi andrà ai lavoratori Elica. Un piccolo sostegno a chi lotta». Commenta così sui social media il gruppo di minoranza ‘Jesi in Comune’ che ieri ha visto approvare all’unanimità la sua mozione (integrata da un emendamento di Giancarlo Catani di Patto x Jesi), che destina il gettone di presenza dei consiglieri comunali jesini dell’ultima seduta alle organizzazioni sindacali Fiom, Fim e Uilm come contributo simbolico alla vertenza Elica. Un bel gesto di vicinanza alle maestranze in presidio di protesta dopo l’annuncio, lo scorso 31 marzo, del nuovo piano strategico aziendale che prevede la delocalizzazione in Polonia del 70% delle produzioni italiane, 409 esuberi e la chiusura dello stabilimento di Cerreto d’Esi. La scorsa settimana anche il sindaco di Jesi, Massimo Bacci, si era confrontato con le organizzazioni sindacali per capire come interagire a sostegno dei lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro.

«Vertenza Elica, doniamo il gettone di presenza dei consiglieri comunali»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X