facebook rss

Crepe sulla pista di atletica,
il sindaco: «Impianto costruito su terra
di riporto e sopra una vena d’acqua»

OSIMO - Dopo la segnalazione del consigliere Sandro Antonelli, Simone Pugnaloni assicura che il Comune interverrà per il riempimento e il conseguente ripristino della sicurezza. «Nel 2019 abbiamo sistemato le due corsie più rovinate e depositato sulle altre un nuovo tappetino con verniciatura, perché sbancare e rifarle completamente non avrebbe garantito risultati soddisfacenti e definitivi» spiega
Print Friendly, PDF & Email

 

Pista d’atletica della Vescovara con fessurazioni a un anno e mezzo della riqualificazione delle corsie: l’amministrazione comunale di Osimo stava già monitorando da giorni la situazione. «L’impianto è stato realizzato con i fondi di Italia ’90 nella consapevolezza che si lavorava su terra di riporto con una vena d’acqua sottostante, dunque su un terreno che si muove. – ricorda il sindaco Simone Pugnaloni – Con questa consapevolezza, dopo 30 anni l’amministrazione comunale ha previsto, nel 2019, un restyling dell’esistente, cercando di sistemare le criticità più rilevanti. Per garantire la continuità dell’attività sportiva si è intrapreso un percorso condiviso con la Fidal per non far chiudere l’impianto e anzi, riaprirlo prima possibile. La scelta condivisa è stata quella di rifare completamente due corsie della pista di atletica che erano maggiormente rovinate e depositare sulle altre un nuovo tappetino con verniciatura, perché sbancare e rifarle completamente non avrebbe garantito risultati soddisfacenti e definitivi. Era dunque preventivabile che si potessero presentare nuove criticità, proprio a causa del terreno con la vena sottostante che provoca scollamenti. Questo l’ex assessore allo sport Sandro Antonelli, che oggi segnala la problematica, dovrebbe saperlo bene».

Il sindaco Simone Pugnaloni

Replica così il primo cittadino di Osimo al consigliere comunale delle Liste civiche Sandro Antonelli che ieri ha pubblicato le foto delle fessurazioni che a distanza di così poco tempo dall’inaugurazione dell’impianto dopo il restyling sono comparse sul fondo delle corsie di gara. «I 300mila euro investiti dopo 30 anni di attesa sono stati un investimento strategico e necessario, non più procrastinabile, in un contesto ormai consolidato, l’unico forse possibile quando venne scelto 30 anni fa, seppur non ottimale. – aggiunge il sindaco Pugnaloni – Da giorni gli uffici tecnici stanno ragionando su come intervenire sulla fessura comparsa di recente in una corsia. Con rapidita’ assicureremo il riempimento e il conseguente ripristino della sicurezza dell’impianto. Inoltre il Comune sta attendendo il versamento del contributo regionale da 75mila euro per l’acquisto delle attrezzature, con preventivo e possibile fornitore concordato assieme alle due società sportive cittadine di atletica».

«Pista di atletica ristrutturata nel 2019 con i soldi pubblici e già segnata dalle crepe»

Inaugurata la pista di atletica della Vescovara: è tra gli impianti più importanti delle Marche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X