facebook rss

«Addio Riccardo, un pezzo di te
è rimasto nei nostri cuori»

LUTTO - Affollata la camera ardente aperta questa mattina per il 22enne deceduto al volante nel tragico fuori strada lungo la provinciale tra Fabriano e Sassoferrato. Il messaggio di cordoglio dei colleghi e dell'amministratore delegato della ‘Imelca’ dove il giovane aveva lavorato
Print Friendly, PDF & Email

Riccardo Peloni

 

Sarebbe stato contento e forse anche un po’ sorpreso, Riccardo Pelati, dell’affetto che gli sta tributando la sua città, Fabriano. Davvero in tanti già questa mattina sono corsi ad abbracciare la madre del ragazzo, Simonetta, il fratello Michele e il padre Ermenegildo, i nonni, nella camera ardente aperta dalle 10 nella casa funeraria ‘Infinitum’ di Bondoni. Un moltitudine di messaggi di cordoglio è arrivata per la scomparsa prematura del 22enne deceduto al volante nel tragico fuori strada lungo la provinciale tra Fabriano e Sassoferrato, all’altezza del bivio per la frazione di Melano. Le cause dell’incidente, avvenuto venerdì notte, sono ancora al vaglio dei carabinieri che insieme ai mezzi del 118 e ai vigili del fuoco hanno portato i primi soccorsi al giovane, incastrato tra le lamiere dell’auto ribaltata e morto per le lesioni riportate. In queste ore di sofferenza non è mancata neppure qualche polemica sulla pericolosità di quella strada segnata da una curva,  con l’asfalto ‘scalettato’ riferisce qualcuno su Fb, per evitare le insidie del ghiaccio invernale.

Una giovane vista spezzata che ha gettato nello sconforto parenti e amici. Riccardo viveva a Campodiegoli con la famiglia e aveva lavorato per la ‘Imelca’. I colleghi di lavoro e la ditta sono stati tra i primi a stringersi al dolore della famiglia «colpita dalla grave perdita del nostro caro collaboratore Riccardo. Le nostre più sentite condoglianze» si legge nel messaggio di addio. Le parole più toccanti e delicate le ha, però, espresse Federica Capriotti, amministratore delegato della ‘Imelca’ e presidente del comprensorio fabrianese di Confidustria Ancona. «Nella vita di ognuno di noi si incrociano i destini di tante persone con le quali si condividono momenti personali e professionali. Le nostre strade hanno viaggiato insieme per tre intensi anni dove lealtà rispetto e lavoro si sono fusi ogni giorno. Un pezzo di te e’ rimasto in ‘Imelca’ e nel cuore di chi quotidianamente contribuisce alla sua crescita. Che la terra ti sia lieve». Il funerale avrà luogo martedì 14 settembre alle 11 nella chiesa della Beata Maria Vergine della Misericordia di Fabriano. Dopo la funzione funebre la salma sarà tumulata nel cimitero della frazione di Marischio. I genitori hanno chiesto di onorare la sua memoria non con fiori ma con opere di bene.

Perde il controllo dell’auto e finisce contro il guardrail: morto un 22enne

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X