facebook rss

Via Torresi, quasi mille firme
per la petizione contro il degrado

ANCONA - I cittadini chiedono un incontro con gli assessori per parlare del futuro del quartiere e risolvere le criticità legate all'incuria
Print Friendly, PDF & Email

 

Petizione contro il degrado di via Torresi: raccolte quasi mille firme dal comitato di quartiere e dallo Spazio Civico Ankon. Le due realtà chiedono agli assessori Foresi e Manarini un incontro per monitorare l’avanzamento dei lavori su Comprensorio “Case Romita”, scuole Domenico Savio e asilo Sabin, ma anche per puntare l’attenzione su «marciapiedi, strade, scalinate rotte, tombini otturati, vere discariche, ratti, edifici vuoti e abbandonati, alcuni a pericolo crollo e senza protezioni, parchi in via Camerano e via Moroder nel pieno degrado, ferraglia arrugginita e tagliente, giochi Largo Staffette Partigiane rotti e pericolosi per i bambini, cestini rifiuti staccati da terra e gettati lungo le scale. Dal Comune un muro di silenzio con chiunque si prenda cura del quartiere e ogni richiesta ufficiale, tutto certificato, cade nel vuoto». Il comitato ha chiesto anche un incontro congiunto Comune-Erap e amministratori condominiali delle “Case Romita”, ma l’istanza sarebbe stata respinta. «Il vicesindaco ha convocato solo l’Erap e gli Amministratori condominiali delle “Case Romita”, che spesso non rispondono nemmeno alle segnalazioni dei condòmini, né si vedono in loco per accertare quanto segnalato: come potranno mai rappresentare gli interessi di chi vive nel comprensorio? Il Comitato invece è stato escluso nonostante sia stato esso a spingere il Comune ad interessarsi della cosa e in esso ci siano diversi proprietari di immobili dentro il comprensorio in questione. L’obiettivo del Comitato è sempre quello: gli assessori Sediari-Foresi-Manarini “concedano” quando promesso più di un anno fa e ancora disatteso: l’incontro congiunto con tutti gli attori interessati e il Comitato di via Torresi che conosce al 100% le problematiche come nemmeno gli amministratori condominiali, Erap e il Comune stessi».

Degrado in via Torresi, residenti lanciano una petizione: «Inascoltati dal Comune»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X