facebook rss

“Spese Facili”, Comi assolto:
«Per 8 anni un’accusa ingiusta»

IL POST Facebook dell'ex segretario regionale del Pd dopo l'esito della sentenza emessa ieri dalla Corte d'Appello di Perugia:
Print Friendly, PDF & Email

L’avvocato Marina Magistrelli e Francesco Comi all’epoca del primo grado del processo

 

«“Non dare mai spiegazioni: i tuoi amici non ne hanno bisogno e i tuoi nemici non ci crederanno comunque”.
Per 8 anni un’accusa ingiusta addosso, da allora sono passate 3000 notti, 4 lunghi processi, centinaia di articoli e foto sui giornali, poi le 4 assoluzioni con formula piena “perché il fatto non sussiste”. Ieri, l’ultima e definitiva.
In mezzo solitudine, umiliazioni , giustizia mediatica sommaria, strumentalizzazioni politiche, rinunce, delusione, ma anche amicizia, famiglia, solidarietà, fiducia, sicurezza, determinazione.
Grazie a chi c’è stato». Così l’ex segretario regionale del Pd Francesco Comi in un post sulla sua pagina Facebook dopo l’assoluzione decretata ieri dalla Corte d’Appello di Perugia per l’ennesimo round giudiziario dell’inchiesta sui presunti rimborsi illegittimi degli ex rappresentanti del Consiglio Regionale. Assoluzione anche per Oscar Roberto Ricci, (ex addetto gruppo Pd), condanna per peculato per l’ex governatore Spacca e l’ex consigliere Pdl Giacomo Bugaro.

“Spese Facili” in Consiglio regionale: condannati Spacca e Bugaro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X