facebook rss

Elezioni provinciali, Pugnaloni:
«Ecco perché mi sono candidato»

OSIMO - Il sindaco è nella lista dei candidati di centrosinistra al consiglio provinciale a sostegno di Daniele Carnevali in corsa per la presidenza. Rivolge un appello a tutti gli amministratori-elettori della Valmusone al voto il prossimo 18 dicembre
Print Friendly, PDF & Email

Simone Pugnaloni

 

«Mi sono candidato nella lista di centrosinistra per le prossime elezioni provinciali del 18 dicembre. Al voto andranno tutti i sindaci e i consiglieri comunali della provincia di Ancona. La scelta di espormi in prima persona e tentare l’ingresso nell’assemblea dell’ente provinciale dimostra l’attenzione verso temi tanto delicati quanto strategici per il futuro anche della città di Osimo». Commenta così la sua scelta di correre per le elezioni provinciali, il sindaco Simone Pugnaloni. «Il prossimo presidente della Provincia, infatti, ci guiderà verso la nuova gestione dei rifiuti per i prossimi 12 anni, con ripercussioni anche su Astea. – prosegue Pugnaloni – Se vince il centrosinistra concluderemo il percorso faticoso iniziato appena eletti per la gestione pubblica votata dall’assemblea dei sindaci, con affidamento al consorzio Ecofon (Astea) – Vivaservizi – Jesi servizi. Se vince la destra si andrà a gara e quindi ad una gestione privatistica, mettendo a rischio solo in Astea circa 60 dipendenti. Questo è il motivo principale per il quale ho deciso di candidarmi a consigliere provinciale. Feci già questa esperienza ad inizio del primo mandato da sindaco, portando a casa il liceo linguistico, l’asfaltatura di parte delle strade provinciali e l’inizio del percorso di condivisione con la Provincia della risoluzione del contenzioso sul Prg del 2006».

Simone Pugnaloni ricorda inoltre che sono tanti i temi che riguardano Osimo ancora irrisolti, non solo il superamento definitivo del contenzioso con la Provincia per il vecchio Prg «che in parte si trova ancora sub-judice. E poi l’istituzione del liceo sportivo, nuove asfaltature, il bypass a Padiglione di competenza sovra-comunale (lato San Domenico), – conclude – l’allargamento di via Querce e la rotatoria sulla provinciale Jesina in zona industriale di Campocavallo al confine con Castelfidardo, oltre all’approvazione della nuova variante al Prg il cui percorso in Comune è già iniziato ma andrà condiviso con la Provincia. Il mio appello va non solo ai consiglieri comunali di Osimo, ma anche a quelli di centrosinistra dell’intera Valmusone: organizziamoci per votare tutti. Il 18 dicembre scegliamo Daniele Carnevali come presidente e Simone Pugnaloni come consigliere provinciale. Il mio impegno in Provincia ci permetterà di raggiungere importanti obiettivi per la città su ambiente, edilizia scolastica, urbanistica, lavori pubblici». Le elezioni provinciali sono di secondo grado: votano soltanto sindaci e consiglieri comunali. Nella provincia sono 668 e pesa l’ indice_di_ponderazione_del voto dei vari Comune, vale a dire  il “peso del voto” di ciascun elettore delle Provinciali, determinato in relazione alla popolazione del suo Comune di appartenenza. Ancona è il Comune con indice di ponderazione più alto, seguito dalle 4 città più grandi: Senigallia, Jesi, Osimo e Fabriano.

 

Provinciali, ecco la squadra di Daniele Carnevali: «Va ridata dignità istituzionale a questo ente»

Elezioni della Provincia di Ancona: il sindaco Marco Filipponi si candida alla presidenza

Provincia di Ancona al voto per il rinnovo del presidente e dei consiglieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X