facebook rss

Dà in escandescenza e picchia gli agenti,
un altro ruba al supermercato:
due arresti in sei ore

ANCONA - Gli agenti delle Volanti hanno effettuato gli interventi in via Marini e in via Giordano Bruno. Ad uno degli arrestati il Gip ha disposto la revoca del reddito di cittadinanza
Print Friendly, PDF & Email

La polizia al Piano

Due arresti in appena sei ore. Sono quelli effettuati dai poliziotti delle Volanti nella giornata di martedì.
Il primo intervento è stato effettuato al Piano quando, intorno alle 13:30, un congolese 32enne entrato in un supermercato, ha nascosto del cibo sotto ai vestiti. Ad accorgersene è stato però il personale di sorveglianza interno che ha subito chiamato il 112.
Giunte le Volanti sul posto, gli agenti hanno individuato l’uomo che, al momento del controllo, ha mostrato le confezioni di salumi e poi, con fare spavaldo, le ha aperte iniziando a mangiarle.
Nel tentativo di identificarlo, lo straniero ha riferito di non avere con sé i documenti. Accompagnato in questura per gli accertamenti di rito, è risultato risiedere a Jesi e avere numerosi precedenti per i reati di rapina aggravata, stalking, furto aggravato, resistenza, oltraggio ed altri. Inoltre, era in atto nei suoi confronti una misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di Jesi, disposta dal Tribunale di Ancona lo scorso novembre.
Vista la violazione della misura, l’uomo è stato arrestato e su disposizione del Pm di turno, trattenuto nelle celle di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida svoltasi questa mattina, all’esito della quale è stata disposta la misura degli arresti domiciliari presso la residenza a Jesi.
Successivamente, intorno alle 19.30, le Volanti dirette dal commissario Dal Monte sono intervenute in via Marini dove erano state effettuate diverse richieste di aiuto a causa di un uomo che, all’interno di un condominio, minacciava di morte i residenti, picchiando violentemente contro le porte degli appartamenti.
Giunti sul luogo i poliziotti, è stato individuato un brasiliano di 37 anni, con numerosi precedenti penali, che ha iniziato a insultare e a minacciare gli agenti.
Nel tentativo di riportarlo alla calma e di chiamare anche il 118, l’uomo ha preso a calci i poliziotti, colpendoli anche al volto e cercando di strappare la radio.
Successivamente si è riusciti ad ammanettarlo.
Caricato sulla Volante, a suon di calci ha cercato anche di sfondare il finestrino.
Questa mattina si è tenuta l’udienza di convalida a seguito dell’arresto. Nei confronti del brasiliano è stata disposta la misura dell’obbligo di dimora con obbligo di permanenza nelle ore notturne. Inoltre, trattandosi di un fruitore del reddito di cittadinanza, nei suo confronti il Gip ne ha disposto la revoca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X