facebook rss

In Germania tentò di uccidere il coinquilino:
rintracciato e arrestato ad Ancona

INDAGINE - Dopo oltre 2 anni di latitanza, l'uomo è stato individuato dai poliziotti della Squadra Mobile all'interno di un'abitazione nei pressi della stazione ferroviaria
Print Friendly, PDF & Email

Pattuglie della polizia nei pressi della stazione (Foto d’archivio)

In Germania tentò di uccidere il connazionale con il quale condivideva l’appartamento ma i poliziotti della Squadra Mobile, Sezione Criminalità Organizzata, lo hanno rintracciato in un’abitazione nei pressi della stazione ferroviaria ad Ancona.
L’operazione della questura è scattata questa mattina all’alba quando gli agenti hanno dato esecuzione a un mandato di arresto europeo nei confronti di un 40enne extracomunitario, che ora dovrà scontare in Germania la pena di 10 anni con l’accusa di tentato omicidio causato da futili motivi.
I fatti risalgono al settembre del 2019 quando il 40enne, a seguito di un litigio scaturito per futili motivi, pugnalò il connazionale colpendolo poi ad un occhio con un bicchiere.
La vittima riportò una grave ferita alla spalla, lunga 12 centimetri e profonda 2.
Il 40enne poi scappò facendo perdere le proprie tracce fino a quando, dopo oltre 2 anni di latitanza, non è stato rintracciato ad Ancona dalla polizia.
Arrestato e accompagnato in questura per le formalità di rito, l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Montacuto dove si trova a disposizione del Presidente della Corte di Appello di Ancona, in attesa della convalida del provvedimento per l’estradizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X