facebook rss

Il candidato sindaco Grassetti si presenta:
«Coalizione chiara e senza ipocrisie,
siamo il centro destra»

JESI - Le parole dell'aspirante primo cittadino alle elezioni comunali del prossimo 12 giugno: «Le porte sono aperte agli amici della coalizione nazionale che vorranno entrarvi con la libertà e l’orgoglio di poter indossare la “maglia” della propria squadra, senza fraintendimenti o mascheramenti»
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Grassetti

 

«La nostra collocazione è chiara, senza ipocrisie: siamo il centro destra». Con queste parole si è presentato ufficialmente alla città di Jesi il candidato a sindaco Antonio Grassetti, sostenuto da Fratelli d’Italia. Al suo fianco, fra gli altri, il segretario provinciale Stefano Benvenuti Gostoli, il capogruppo di FdI in Consiglio regionale, Carlo Ciccioli, il consigliere regionale di FdI Marco Ausili.

«Noi siamo il centro destra – ha detto Grassetti – senza mantelli invisibili e senza maschere, con la chiara, enunciata e nota identità di cui andiamo orgogliosi. Ne abbiamo costruito la struttura di persone e programmi, solida e sicura. C’è voluto un po’ di tempo, come per ogni realizzazione di prestigio, curandone i particolari con professionalità e attenzione.
La casa, quindi, ora è pronta e le porte sono aperte agli amici della coalizione nazionale che vorranno entrarvi (modalità da concordare) con la libertà e l’orgoglio di poter indossare la “maglia” della propria squadra, senza fraintendimenti o mascheramenti. Niente è formalizzato, c’è ancora tempo.
Insieme ascolteremo ogni suggerimento delle componenti sociali cittadine e di quanti desiderino contribuire integrando il programma di Governo già in formazione, di cui condivideremo sostanza e forma.
Per quanto ci riguarda, disponiamo di un’infaticabile squadra di valore, convinta ed entusiasta.
Jesi, un tempo (e non a caso), “piccola Milano delle Marche”, dovrà rivivere la centralità che la sua storia ha dimostrato, tornando ad essere operosa, multiculturale e politicamente connessa con presente e futuro.
La struttura Amazon, da realizzarsi assolutamente a Jesi, è per me questione irrinunciabile e motivo tra i più importanti, sulla base del quale ho deciso di riscendere dalla campagna di Tabano a quella elettorale.
Impegno, passione e amore saranno i propulsori di questa mia rinnovata scelta per Jesi».

Carlo Ciccioli e Marco Ausili

«Essere rappresentati da Antonio Grassetti in questa tornata elettorale – le parole del capogruppo in Consiglio regionale di FdI, Carlo Ciccioli – è per noi una bella notizia. Abbiamo fortemente condiviso un percorso che ci ha portati a lanciare una sfida vincente e che, siamo certi, gli jesini sapranno apprezzare e votare il 12 giugno prossimo. Siamo la vera alternativa e gli unici a poter intercettare le migliori potenzialità di questa meravigliosa città per scrivere insieme il programma di governo. Siamo aperti a tutti i contributi e pronti a offrire un filo diretto con il Governo della Regione per far tornare a crescere la città di Jesi, come merita».

«Jesi ha certamente bisogno di una politica di rinnovamento, di qualità, solida e tradizionale, composta da una grande squadra coesa, accomunata dagli stessi valori, con progetti concreti per la valorizzazione e per lo sviluppo della città, da attuare con il coinvolgimento anche degli stessi cittadini. Possiamo davvero con Antonio Grassetti, persona tenace e coerente “Ricostruire la città Regia” di Federico II, Stupor Mundi, ben sapendo di poter certamente contare anche sul governo regionale dalla nostra parte» ha detto Federica Dary, la coordinatrice cittadina del partito che sarà candidata alla carica di consigliere comunale.
«La città ha bisogno di discontinuità e soprattutto di una ritrovata partecipazione. Il mio amore per la città e la mia determinazione non hanno ceduto di un millimetro. Dobbiamo recuperare un tessuto economico-sociale e di sviluppo industriale non facendoci sfuggire prosperose opportunità per rimettere la nostra città al centro delle Marche ed in piena sintonia e fattiva collaborazione con essa, nostra ‘madre politica naturale’ al servizio di ogni cittadino della regione» ha concluso il consigliere comunale uscente e ricandidata, Chiara Cercaci.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X