facebook rss

Polizia Postale e Lega del Filo d’oro:
insieme per la cybersecurity

OSIMO - Il protocollo è stato sottoscritto per condividere e analizzare informazioni in grado di prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti alle infrastrutture informatiche della Fondazione
Print Friendly, PDF & Email

La polizia Postale (Archivio)

E’ stato sottoscritto nella sede della Fondazione Lega del Filo d’Oro a Osimo, il protocollo d’intesa per la prevenzione e il contrasto dei crimini informatici sui sistemi informativi ‘sensibili’ tra la polizia Postale e delle Comunicazioni per le Marche e la Fondazione.
L’obiettivo è quello di condividere e analizzare informazioni in grado di prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti alle infrastrutture informatiche della Lega del Filo d’Oro.
Grazie all’intesa avviata, Postale e Fondazione collaboreranno non solo nello scambio di informazioni, ma anche fornendo reciproche e tempestive segnalazioni allo scopo di affrontare situazioni di emergenza che possano creare minacce, vulnerabilità o incidenti in grado di danneggiare la regolarità dei servizi di telecomunicazione, o ancora organizzando momenti di formazione con l’obiettivo di migliorare gli strumenti di lotta ai crimini informatici.
«Sempre più spesso – ha detto Alessandra Belardini, dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni delle Marche – società importanti cadono nella la rete dei cyber criminali e risulta difficile intervenire per tempo senza la necessaria e repentina diffusione di best practices che consentano, nell’ottica di valorizzazione del partenariato pubblico e privato, di porre la massima attenzione alla sicurezza informatica e alle difese digitali in continua espansione. Proprio per questo – ha aggiunto – siglare accordi come quello odierno deve essere di esempio e di valorizzazione per una stretta collaborazione con la Polizia delle Comunicazioni, soprattutto quando in gioco è la tutela e la salvaguardia di dati sensibili riguardanti le categorie più deboli, bisognose di cure sanitarie ad hoc. La sensibilità necessaria nell’interscambio di preziose informazioni al riguardo – ha concluso – non può non tener conto di un rafforzamento e di un potenziamento in materia di incident response e di regia di comando altamente specializzate».
Rossano Bartoli, presidente della Fondazione, ha dichiarato che «L’impegno della Lega del Filo d’Oro è quello di collaborare con gli specialisti della polizia Postale mettendo a fattor comune il know-how, l’esperienza e le logiche di protezione dati sperimentate a tutela dei nostri utenti e delle loro famiglie, del personale, dei volontari e di tutti i sostenitori. Difendere il patrimonio informativo dalle insidie del cybercrime – ha aggiunto – è una priorità e poter contribuire al raggiungimento di questo obiettivo, grazie alla collaborazione con la Polizia Postale, per noi è un motivo di grande orgoglio».
Lo scorso 22 aprile, un protocollo d’intesa era stato siglato anche tra la polizia Postale e l’Univpm.

Cybersecurity, protocollo d’intesa tra Polizia Postale e Univpm

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X