facebook rss

A don Vinicio Albanesi
il premio ‘Regini’ delle Acli Marche

CAMERANO - Il presidente Petrocchi ha consegnato ieri, nel corso della festa del primo maggio, il riconoscimento al responsabile della 'Comunità di Capodarco'
Print Friendly, PDF & Email

 

Nella tradizionale festa del primo maggio organizzata dalle Acli Marche e giunta alla 41esima edizione, svoltasi presso le Terme dell’Aspio di Camerano, è stato consegnato il premio “Bruno Regini – Cultura della solidarietà”. «Il premio – spiega il presidente Maurizio Petrocchi – viene assegnato ogni anno dalle Acli Marche ad un uomo o una donna marchigiani che si sono contraddistinti per un impegno costante sul territorio a favore della solidarietà. Le Acli Marche in questa particolare edizione, e in questo delicato momento storico dell’umanità dove la solidarietà è stata e sarà protagonista, hanno deciso di consegnare tale riconoscimento a don Vinicio Albanesi, responsabile della Comunità di Capodarco.

Monsignor Albanesi, nel ritirare il premio ha ribadito che ha sempre avuto un legame antico con le Acli. Presenti alla festa, oltre al vicepresidente nazionale delle Acli, Stefano Tassinari, il presidente regionale Luigi Biagetti, molti dirigenti provinciali ed autorità civili e militari. Al termine della messa celebrata dall’arcivescovo di Ancona, monsignor Angelo Spina, che ha anticipato la premiazione di don Vinicio Albanesi, è intervenuto anche un rappresentante della comunità ucraina cristiana ringraziando per il sostegno e la vicinanza sia la comunità italiana sia quella marchigiana che si stanno spendendo per tutti coloro che fuggono dal conflitto».

Primo maggio con le Acli alle Terme dell’Aspio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X