facebook rss

Lavorava nella ditta di famiglia
con il reddito di cittadinanza:
denunciato un “furbetto”

CUPRAMONTANA - I Carabinieri hanno scoperto che il 41enne, per ottenere il beneficio economico, aveva omesso di comunicare la sua posizione di addetto alle vendite accertando così che non aveva i requisiti per ottenere l'indennità ricevuta per svariati mesi
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Scovato un nuovo ‘furbetto’ del reddito di cittadinanza. I Carabinieri della stazione di Cupramontana hanno denunciato un 41enne, nato in Albania ma residente in Vallesina, per: truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e per indebito conseguimento di reddito di cittadinanza. E l’esito dell’ultimo controllo effettuato dai militari della Compagnia di Fabriano. Nel dettaglio il 41enne, per ottenere il beneficio economico previsto dalla legge, ha volutamente omesso di comunicare nelle varie documentazioni la sua posizione lavorativa. Risulta, infatti, inquadrato come addetto alle vendite presso una ditta individuale intestata a un suo familiare e operativa fuori regione. Di conseguenza è stato accertato che non aveva i requisiti per ottenere il finanziamento (preso per svariati mesi) e pertanto è stato denunciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X