facebook rss

Ai domiciliari per aggressione,
evade e viene di nuovo arrestato:
«Avevo voglia di sushi»

ANCONA - Si tratta di un 20enne finito in manette per due volte in neanche 24 ore. Il primo arresto è scattato ieri pomeriggio per aver picchiato un uomo in via Torresi, il secondo in serata per evasione
Print Friendly, PDF & Email

Una pattuglia della polizia in servizio (Archivio)

 

Arrestato due volte in meno di 24 ore. E’ il record di un 20enne ammanettato in entrambe le situazioni dalle Volanti della polizia. Ieri pomeriggio, l’arresto è scattato per il pestaggio subito, in via Torresi, da un 30enne di origine messicana. Quest’ultimo è stato aggredito, apparentemente senza motivo, con una sequela di pugni e calci. Il tutto si è verificato all’altezza della Farmacia delle Grazie. Sul posto si sono precipitate le Volanti della questura dorica, a sirene spiegate, insieme ad un’ambulanza della Croce Gialla di Ancona che ha condotto il ferito all’ospedale di Torrette.

L’aggressore è stato arrestato e collocato ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida con l’accusa di lesioni personali aggravate. Non è rimasto a casa. All’ora di cena è uscito. Ed è stato rintracciato e riammanettato dalla polizia, poco lontano dalla sua abitazione. «Avevo voglia di sushi». Il 20enne è stato condotto in questura, dove rimarrà fino alla doppia udienza di convalida prevista domattina in tribunale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X