facebook rss

Troppo caldo all’asilo, protestano i genitori:
«Acquistati ventilatori, piscine e vele»

OSIMO - Nel pieno delle ondate di calore, dopo le segnalazioni il sindaco Simone Pugnaloni rassicura mamme e papà sugli interventi che la Asso sta attivando per rendere più confortevoli aule e giardini ai piccoli alunni dei Nido comunali. Stefano Simoncini pubblica la foto: «I bambini dell’‘Oasi dei bimbi’ tutti accalcati e appiccicati dentro l'esigua vaschetta». FdI rimarca: «Da Comune e Asso risposta ridicola al problema»
Print Friendly, PDF & Email

Il giardino di un asilo nido gestito dalla Asso (foto d’archivio)

 

Aule degli asili nido calde come i locali di una sauna e che mettono a rischio il comfort dei bambini. Nel pieno dell’ondata di caldo eccezionale e sopra le medie stagionali  anche i giardini senza ombra dei plessi scolastici diventano impraticabili. L’Sos è stato lanciato dai genitori dei piccoli alunni di Osimo che hanno contattato la Asso, la società che gestisce i servizi socio-educativi per il Comune, per chiedere rimedi urgenti e tempestivi. «Voglio rassicurare i genitori di alcuni asili nidi di Osimo riguardo il forte caldo che circola durante l’attivita’ quotidiana per il quale avete chiesto un intervento al Comune ed Asso.- scrive sui social  il sindaco Simone Pugnaloni – Sono già state attivate le seguenti attivita: all’asilo ‘Peter Pan’ sono stati acquistati due ventilatori e ieri è stata installata nuova vela esterna nuova e permessa la piscina d’acqua. Per l’’Oasi dei bimbi’ è stata acquistata una piscina esterna e ieri è pervenuto preventivo per la vela da montare i prossimi giorni, i ventilatori sono stati invece forniti nel 2021. Sono stati comperati 2 ventilatori anche per l’asilo di Collefiorito, mentre all’’Arca dei bimbi’ sono stati forniti 3 ventilatori, è stata tagliata erba anche nella scarpata sul lato cucina. La Asso si sta spendendo in maniera importante dopo le segnalazioni che sono giunte a me, agli assessori e ai consiglieri comunali – assicura Simone Pugnaloni – Nei prossimi giorni mettermo a disposizione anche due deumidificatori e ne acquisteremo un terzo».

La foto postata dall’ex sindaco Stefano SImoncini

Alle parole del sindaco replica Stefano Simoncini (Liste civiche), consigliere di minoranza ed ex sindaco di Osimo che posta una foto di una delle piscine da giardino acquistate per i Nido comunali. «E questa sarebbe la tanto decantata piscina fornita dall’amministrazione comunale (o Asso?) all’asilo nido Oasi dei bimbi (tutti accalcati e appiccicati dentro l’esigua vaschetta) tanto decantata da Simone Pugnaloni? No comment».

 

«Asso: Sempre a risparmio» tuona anche FdI Osimo ricordando il record di iscrizioni che il Comune ha registrato quest’anno per il Centro Aquilone. «Talmente tante che è stata aggiunta, in extremis, una sede in più, quella di Campocavallo. Verrebbe da pensare: “...tanti iscritti, tante risorse in più per rendere le giornate dei bambini interessanti e divertenti…”. Invece no – scrive in una nota Michela Staffolani, presidente del circolo di Fratelli d’Italia Osimo – Ad ogni sede, la Asso, ha destinato appena 100 euro per l’acquisto di materiale. Forse riusciranno a comprarci giusto carta e colori. Allora, forse, i fondi serviranno per pagare le educatrici? Neanche, visto che sono sempre in numero appena sufficiente per portare a termine, nonostante le evidenti difficoltà, un lavoro di assoluta responsabilità e livello».

Fdi torna anche sulla questione caldo negli asili nidi di Osimo. «Il caldo record di questi giorni ha spinto i genitori dei bimbi che frequentano i nidi a chiedere l’intervento di Comune e Asso per fronteggiare la situazione. La risposta è stata ridicola – sottolinea la Staffolani – appena un paio di ventilatori per struttura; una vela esterna che, in alcuni casi, deve essere ancora istallata, e delle piscine che, se non si trattattasse dei nostri bimbi, ci sarebbe solo da ridere. La Asso, lo abbiamo detto e lo ripetiamo, si occupa di un settore troppo delicato per essere gestita in maniera così sommaria. Non si può fare economia su bambini, disabili e soggetti deboli. Il personale deve essere messo nelle condizioni di lavorare al meglio e gli utenti di avere un servizio adeguato, senza che debbano intervenire i genitori a segnalare le criticità».

(ultimo aggiornamento alle ore 19.15)

Temperature record: per Ancona ancora due giorni da ‘bollino rosso’

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X