facebook rss

Operazione ‘On friday’:
in carcere anche l’ultimo elemento

ANCONA - Rintracciato in Germania e arrestato lo scorso 30 maggio dai poliziotti della Sezione Criminalità Organizzata e Catturandi della Squadra Mobile dorica, in collaborazioni con le autorità tedesche, l'uomo è stato ora trasferito in Italia e rinchiuso nel carcere di Civitavecchia dove sconterà una pena di 6 anni e 3 mesi
Print Friendly, PDF & Email

I poliziotti della Squadra Mobile (Archivio)

E’ stato preso in consegna allo scalo aereo di Roma-Fiumicino, dagli agenti della Sezione Criminalità Organizzata e Catturandi della Squadra Mobile, un 62enne siciliano, pluripregiudicato e ricercato, che doveva scontare una pena di 6 anni e 3 mesi di carcere.
L’uomo era l’anello mancante per chiudere l’operazione ‘On friday’ della polizia.
Negli anni Duemila, nelle Marche, l’uomo aveva compiuto diversi reati quali: rapina aggravata in concorso, furto aggravato, detenzione di armi e bancarotta fraudolenta, ai danni di uffici postali e cittadini.
Il procuratore generale della Repubblica della Corte di Appello di Perugia, nell’agosto 2020, aveva determinato la pena di 8 anni e 2 mesi, dando input a nuove indagini finalizzate al rintraccio del condannato, che si era dato alla fuga allontanandosi dal territorio nazionale.
Grazie alle attività info investigative della Sezione Catturandi dorica, coordinate dal procuratore di Perugia, Sergio Sottani, l’uomo è stato rintracciato in Germania e arrestato dalla polizia tedesca, lo scorso 30 maggio.
Espletate tutte le formalità finalizzate all’estradizione, l’autorità tedesca ha autorizzato il nullaosta per la consegna dell’estradando, alla polizia italiana, avvenuta lo scorso 1 luglio.
L’uomo è stato condotto nel carcere di Civitavecchia, dove dovrà scontare la pena definitiva.

Ricercato per rapina, furto e bancarotta: latitante arrestato in Germania

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X