facebook rss

Panchine e biliardini imbrattati
dai vandali: non c’è pace per il Passetto

ANCONA - Non si placa la scia di danneggiamenti che costella la pineta oltre cui si apre il mare. Dopo aver colpito e distrutto alcuni giochi lo scorso febbraio, l'altra notte alcuni writer hanno "battezzato" le strutture del calcio balilla, le coperture, parte di un muretto e due panchine, installate lo scorso anno nell'ambito del progetto del restyling portato avanti dal Comune
Print Friendly, PDF & Email

Una delle panchine imbrattate

 

Nuova ondata di vandalismo alla pineta del Passetto. Dopo i danneggiamenti perpetrati lo scorso febbraio ai danni di alcune strutture per bambini, nella notte tra martedì e mercoledì è toccato a un paio di panchine e a tutti i biliardini gestiti da Danilo Battistoni, titolare del parco giochi inaugurato negli anni Cinquanta (leggi l’articolo). Oltre alle sedute e alle “vasche” del calcio balilla, i vandali hanno lasciato dei segni anche sulle coperture di metallo e su un pilone del muretto che divide la pineta dalla strada. Su otto biliardini, ne sono stati battezzati altrettanti con un pennarello di colore nero. A lasciare la firma un writer che si è firmato con la scritta “Guse”.  Alcune tracce sono state già pulite, anche se a fatica, dato che il pennarello dovrebbe essere di quelli indelebili. Sono invece due le panchine, installate lo scorso anno nell’ambito dell’opera di riqualificazione del Passetto, che hanno subito danneggiamenti.

L’altra panchina vandalizzata

In una è stata semplicemente lasciato il tag dello stesso vandalo che ha passato in rassegna i biliardini. In un’altra campeggiano plurime scritte appartenenti presumibilmente a gruppi di ragazzi che frequentano ogni giorno la pineta. Sulla seduta, uno spazio è stato dedicato in maniera sfrontata alle forze dell’ordine. Anche a novembre scorso, alcune panchine erano state vandalizzate. Una vernice di colore blu aveva sporcato gli arredi che si trovano di fronte al bar Miramare e alla veduta del mare del Passetto (leggi l’articolo). Era poi stata l’Amministrazione a provvedere allo sfregio, cancellando le scritte con una pulizia speciale. Oltre la pineta, i danneggiamenti avevano riguardato anche la zona dei laghetti, preda delle baby gang che si scatenano soprattutto durante il periodo estivo. A giugno 2017, era stata rotta parte della staccionata che si trova di fronte alla pista di pattinaggio (leggi l’articolo) . Poi, si erano accaniti sui punti luce e persino su un’altalena nell’area vicino alla piscina comunale. Prima della scorsa notte, i vandali avevano puntato le installazioni per i bambini del parco giochi. Ne erano stati danneggiati almeno cinque.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X