facebook rss

Eroina e marijuana in casa:
ghanese condannato ed espulso

ANCONA - Questa la decisione presa in mattinata dal giudice chiamata ad esprimersi sull'accusa formulata dalla procura dopo l'arresto dell'uomo, trovato dalla polizia lo scorso maggio con oltre una ventina di grammi di droga in un appartamento di corso Carlo Alberto
Print Friendly, PDF & Email

Il materiale sequestrato dalla Polizia all’epoca dell’arresto

 

Quattro mesi di reclusione e 800 euro di multa. Questa la pena inflitta ieri mattina a un ghanese di 35 anni trovato lo scorso maggio con una ventina di grammi di hashish e alcune dosi di eroina occultate in casa. Il giudice Elisa Matricardi ha disposto per l’uomo, clandestino sul territorio italiano, l’espulsione dal nostro paese dopo aver espiato la pena, decreta con il rito abbreviato. Il ghanese, che vive con il fratello e altre dieci persone in un appartamento di corso Carlo Alberto, era già stato colpito da un ordine di rimpatrio emesso a marzo dal questore dorico. Era stato arrestato il pomeriggio del 5 maggio. L’uomo, arrivato nel 2011 a Lampedusa, era stato tenuto d’occhio dalla polizia mentre parlava in maniera sospetta con altre persone nei pressi di corso Carlo Alberto. Gli agenti lo avevano seguito fino a che il 35enne non aveva aperto il portone di un palazzo. Pedinandolo fino all’appartamento, la polizia non aveva trovato solo droga, ma anche un’abitazione fatiscente e sporca, abitata da una moltitudine di stranieri, molti dei quali con affitto in nero. Dopo la convalida dell’arresto, il 35enne – che ha alle spalle precedenti per resistenza a pubblico ufficiale e spaccio – era tornato libero senza misura cautelare.

Arrestato sabato, torna libero il clandestino con la droga in casa

Entra la polizia in camera da letto e sente odore di marijuana: arrestato 35enne

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X