facebook rss

Abusi a Torrette, la Lega:
“Provvedimento anti-accattonaggio”

ANCONA - Questa la richiesta inoltrata dai consiglieri comunali Ausili, Andreoli, De Angelis al sindaco Mancinelli dopo l'arresto avvenuto all'ospedale di un clochard 35enne accusato di violenza sessuale ed estorsione. Il consigliere regionale Zaffiri chiede invece un incontro con prefetto e dg degli Ospedali Riuniti Caporossi
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso di Torrette con scene di accattonaggio

 

“Serve un provvedimento straordinario per tenere a freno l’accattonaggio in alcuni punti sensibili, come l’ospedale di Torrette e il Salesi”. È quanto richiederanno al sindaco di Ancona Mancinelli i consiglieri comunali leghisti Marco Ausili, Antonella Andreoli e Maria Grazia De Angelis a seguito dei presunti episodi di abusi sessuali avvenuti alla cittadella di via Conca e che lo scorso martedì hanno portato all’arresto di un clochard romeno di 35 anni.  “È chiaro – aggiungono i consiglieri – che il gruppo della Lega, rivolge la sua attenzione in modo particolare al fatto di violenza sessuale accaduto qualche giorno fa all’interno del più grande ospedale delle Marche. Il sindaco potrà contare sulla collaborazione della polizia municipale e su quella di tutte le forze dell’ordine”. Sulla questione è intervenuto anche Sandro Zaffiri, consigliere regionale del Carroccio che, tramite una lettera inviata oggi, ha chiesto un incontro urgente al prefetto Antonio D’Acunto e al dg di Torrette, il dottor Michele Caporossi proprio per analizzare la situazione del vagabondaggio e dell’accattonaggio nei pressi dell’ospedale.

Molestie a Torrette, la direzione: “Grave la situazione di vagabondaggio in ospedale”

Donne abusate dentro l’ospedale di Torrette, clochard arrestato per violenza sessuale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X