facebook rss

Ballottaggio, Pd soddisfatto:
«Ripartiamo dal 36% degli osimani
che ha votato altri sindaci»

OSIMO - Bilancio positivo per le Comunali stilato dai democrat che tornano primo partito della città. Anche i movimenti della coalizione di centrosinistra hanno mantenuto i loro voti. Adesso però per colmare lo scarto delle 1250 preferenze, che separano Simone Pugnaloni da Dino Latini, nel secondo turno è necessario il sostegno di altre forze
martedì 28 Maggio 2019 - Ore 15:20
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Partito Democratico di Osimo torna ad essere la prima forza politica di Osimo alle Comunali, con il 15,45% delle preferenze ottenute nelle consultazioni amministrative dello scorso 26 Maggio. «Un ottimo risultato considerando che è stato raggiunto all’interno di un quadro politico molto frammentato, con ben 17 liste schierate, 7 candidati a sindaco e 400 aspiranti consiglieri. Ringraziamo gli oltre 2900 cittadini osimani che hanno voluto darci fiducia e che vedono in noi un punto di riferimento per la politica ad Osimo.- osserva una nota stampa ufficiale del Pd – Giudichiamo positivamente anche il risultato complessivo della coalizione a sostegno di Simone Pugnaloni, che si presenterà al ballottaggio contro Dino Latini per il ruolo di prossimo sindaco della città. Nonostante l’incremento di liste e di candidati rispetto a 5 anni fa, la coalizione del centrosinistra ha confermato i propri voti e le proprie percentuali, mentre il nostro prossimo avversario al ballottaggio ha perso 1800 voti e ha subito un calo del 10% rispetto al 2014. Ripartiamo da qui, consapevoli che una grossa parte dell’elettorato osimano, circa il 36% dei votanti ha scelto altri candidati al primo turno e chiede ora di essere rappresentato nella scelta del prossimo sindaco di Osimo».

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X