facebook rss

Elezione presidente del Consiglio,
il Pd sostiene con forza Campanari

OSIMO - Dopo le due votazioni andate a vuoto della seduta di martedì sera, nella prossima il consigliere sarà eletto con i voti di maggioranza. I democrat: «Rispettiamo le scelte legittime della minoranza ma bisognava eleggere una figura che svolge una funzione istituzionale e non di parte e ora la faremo con un aggravio di costi che poteva essere evitato»
giovedì 27 Giugno 2019 - Ore 11:13
Print Friendly, PDF & Email

La Sala Gialla di Osimo nella nuova composizione 2019-2024

 

«Da martedì sera si è ufficialmente costituito il nuovo Consiglio Comunale di Osimo. Facciamo i migliori auguri a tutti i nuovi consiglieri che siederanno nella Sala Gialla in rappresentanza dei cittadini osimani e che con spirito costruttivo lavoreranno per il bene della città. Il Civico consesso dovrà riunirsi ancora a distanza di almeno 7 giorni per eleggere il presidente del Consiglio comunale, figura di garanzia dei diritti di tutti i consiglieri, di maggioranza e di opposizione. Le prime due votazioni di martedì sera non hanno infatti raggiunto la maggioranza qualificata dei 2/3 richiesta. Nel prossimo Consiglio sarà sufficiente invece avere la maggioranza assoluta dei votanti (pari alla metà più 1 dei consiglieri in carica) per eleggere il presidente». Nel riassumere quello che è accaduto in aula, martedì’ sera, il Pd rimarca in un comunicato ufficiale che continuerà a sostenere la candidatura di Giorgio Campanari.

Giorgio Campanari con il sindaco Simone Pugnaloni

«Abbiamo provato fino all’ultimo a confrontarci con i rappresentanti dei gruppi di minoranza, cercando un’intesa comune sul nome di Giorgio Campanari, che ha presieduto la seduta in qualità di consigliere anziano. – precisa la nota stampa – A scanso di equivoci: nessun tentativo di inciucio, semplicemente la volontà di eleggere insieme una figura super partes in grado di garantire i diritti tutti i gruppi presenti in Consiglio comunale. Allo stesso tempo eravamo favorevoli a votare insieme un rappresentante dei gruppi di minoranza per il ruolo di vice presidente. L’invito però non è stato raccolto dai vari esponenti di opposizione, né è stata proposta una candidatura alternativa, e alla fine il loro voto è stato contrario (Liste Civiche) o di astensione (Lega, Ginnetti, Movimento 5 Stelle). Crediamo che si sia persa un’opportunità importante, anche perché ora il Consiglio comunale dovrà necessariamente riunirsi una seconda volta, con un aggravio di costi che poteva essere evitato. Rispettiamo comunque le scelte legittime della minoranza. Ringraziamo chi ha provato a dialogare. Non capiamo la posizione di chi invece si è detto disponibile a votare favorevolmente solo a partire dalla terza votazione (perché fra un settimana sì e ieri no???). Prendiamo infine atto del fatto che le Liste Civiche hanno fin da subito rifiutato il confronto dichiarandosi per lo “spoil system” (ma che c’entra???), trascurando che il presidente e il vice presidente del Consiglio comunale svolgono una funzione istituzionale e non di parte. Per questi motivi il Gruppo Consiliare del Partito Democratico continuerà a sostenere con convinzione la candidatura alla presidenza del Consiglio comunale di Giorgio Campanari, nella convinzione che sia il profilo giusto per ricoprire questo ruolo».

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X