facebook rss

Fissata la cerimonia di insediamento
del sindaco Pugnaloni

OSIMO - Sabato mattina nell'atrio del Comune il neo eletto riceverà dalle mani del segretario comunale la fascia tricolore per il mandato bis. I passaggi successivi saranno la convocazione del consiglio comunale entro il 20 Giugno e poi la nomina della giunta. Il regolamento comunale vieta di scegliere il presidente del consiglio tra i candidati a sindaco sconfitti pertanto sarà espressione della maggioranza, come in passato
mercoledì 12 Giugno 2019 - Ore 19:04
Print Friendly, PDF & Email

Il sopralluogo del sindaco Pugnaloni al cantiere della rotatoria di Osimo Stazione

 

E’ fissata per sabato prossimo la cerimonia di insediamento del neoeletto sindaco di Osimo. Nell’atrio comunale, alle 10, Simone Pugnaloni riceverà dalle mani del segretario comunale le chiavi della città e la fascia tricolore per il mandato bis. Un rituale che si concluderà nella Sala Maggiore del palazzo comunale dove il primo cittadino saluterà i dipendenti. Da lunedì si comincerà davvero a lavorare per la città e riordinare le fila. I vari gruppi di maggioranza si stanno consultando per elaborare un elenco di candidature come traccia per individuare gli assessori che comporranno la giunta nel rispetto degli equilibri rappresentativi della coalizione di governo. Tra i criteri di scelta saranno improntati a favorire candidati competenti e con i meriti ottenuri sul campo (il numero di preferenze portate a casa alle Comunali).

E’ già noto che Paola Andreoni (Pd) sarà investita del ruolo di vice sindaco. Per il Pd dovrebbe essere riconfermato anche Mauro Pellegrini con Annalisa Pagliarecci e Federica Gatto (Energia Nuova) e Michela Glorio (Ecologia e Futuro), le quote rosa della passata legislatura. Entro il 20 Giugno, a 10 giorni dal ballottaggio, poi dovrà essere convocato il Consiglio comunale che sarà presieduto nella prima seduta dal consigliere anziano (quello che ha ottenuto più voti) la Andreoni. Tra i primi atti l’assemblea cittadina dovrà procedere alla convalida degli eletti valutando le cause di eleggibilità e compatibilità, poi alla elezione del presidente e del vice del parlamentino cittadino. Se il nome prescelto non otterrà i 2 terzi dei consensi, la seduta sarà aggiornata dopo una settimana. Nominato il presidente che, non potrà essere scelto, come suggeriva Achille Ginnetti (Progetto Osimo), tra i candidati sindaci sconfitti e seduti sui banchi di minoranza (lo vieta l’articolo 20 comma 2 del regolamento del consiglio comunale di Osimo), seguirà il giuramento solenne del sindaco e l’annuncio delle linee programmatiche amministrative e della composizione della giunta.  Da fonti del governo cittadino trapela che la seconda carica del Comune, il presidente del consiglio, sarà quindi come in passato, espressione della maggioranza. Intanto procedono i cantieri dei lavori pubblici già avviati. Sulla Statale 16, ad Osimo Stazione, dove si sta realizzando la nuova rotatoria all’incrocio con via Flaminia I e via di Camerano, stamattina Simone Pugnaloni ha svolto un sopralluogo annunciando sui social che «lunedi prossimo sarà dato l’addio definitivo al semaforo: si incomincia a fare sul serio e per fine estate saranno terminati i lavori».

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X