facebook rss

Intascava i soldi delle bollette:
condannato amministratore di condominio

ANCONA - Un anno e mezzo, pena sospesa, per l'80enne finito a giudizio con l'accusa di appropriazione indebita per aver incassato i soldi destinati al pagamento delle utenze dei palazzi che aveva in gestione. Il caso era anche finito su 'Mi manda Raitre'
martedì 16 Luglio 2019 - Ore 17:57
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Avrebbe sottratto almeno cento mila euro ai condomini che amministrava: 80enne condannato a scontare un anno e mezzo di reclusione. Doveva rispondere di appropriazione indebita per essersi appropriato – diceva la procura – dei soldi destinati a pagare le utenze (luce, acqua e gas) degli immobili seguiti tra il 2010 e il 2012. La sentenza è arrivata questa mattina per conto del giudice Carlo Masini, al termine di un lungo e complesso dibattimento durante il quale è stata anche eseguita una perizia psichiatrica sull’imputato, difeso dall’avvocato Francesco Conti. Gli accertamenti avevano stabilito come l’amministratore di condominio ormai in pensione fosse capace di intendere e di volere, nonostante l’età avanzata.

La troupe della Rai con i condomini truffati

In prima battuta, la cifra contestata dalla procura ammontava a circa 230 mila euro e prendeva in considerazione almeno otto condomini situati tra Ancona e Falconara. Non tutti, però, hanno provveduto a sporgere querela. Dunque, la somma contestata al pensionato si è ridotta a circa 100 mila euro. Nel complesso, oltre 78mila sarebbero stati indebitamente prelevati da un condominio di via Fiorini e da uno di via Pergolesi. Agli inquilini, rappresentati dall’avvocato Tommaso Rossi, andrà una provvisionale di 30mila euro. Un ammanco del valore di circa 40mila euro era stato denunciato  da alcuni immobili di via Croce, via Pavese e via Colleverde. A loro, rappresentati dal legale Roberto Regni, andrà una provvisionale di 15mila euro. Per quanto riguarda un immobile di via Lambro, all’imputato veniva contestata la sottrazione di documentazione contabile. Impossibile, dunque, rendicontare eventuali ammanchi. Del caso si era anche occupata la trasmissione ‘Mi Manda Raitre’. Le telecamere avevano registrato la puntata con gli inquilini beffati. Tra questi, c’è anche l’ex sindaco di Ancona Fiorello Gramillano. La difesa ha sempre respinto le accuse, sostenendo l’impossibilità di attribuire all’imputato il reato formalizzato dalla procura.

Intascava i soldi delle bollette: amministratore di condominio a processo

Amministratore scappa con i soldi del condominio, l’ex sindaco Gramillano tra i truffati

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X