facebook rss

Castelfidardo candida la fisarmonica
a patrimonio Unesco

IL SINDACO Ascani e l'assessore Cittadini oggi a Roma per iniziare ad intraprendere l'iter che potrebbe portare anche la città tra le creative cities Unesco
Print Friendly, PDF & Email

Il Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo della Sapienza di Roma

 

La fisarmonica e la città di Castelfidardo concorreranno per ottenere il riconoscimento Unesco di ‘Patrimonio dell’Umanità’ e di Città Creative Unesco.

da destra il sindaco Roberto Ascani e l’assessore Ruben Cittadini

Stamattina il sindaco Roberto Ascani si è messo in viaggio verso Roma per partecipare a un incontro con gli esperti  all’Università la Sapienza e capire qual è  e come avviare il percorso da intraprendere per candidarsi nella ‘tentative list’ dell’Unesco. Un primo passaggio perchè lo strumento ad ancia che ha reso famosa la città venga poi inserito (l’iter è articolato e lungo) nell’elenco dei beni che meritano di essere dichiarati patrimonio dell’Umanità. «Siamo di ritorno dal Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo dove, con l’assessore Ruben Cittadini abbiamo incontrato il Comitato scientifico che seguirà il percorso per far diventare la Fisarmonica patrimonio Unesco. – racconta sui social media Roberto Ascani – Dopo questa prima fase conoscitiva a marzo ci sarà il primo incontro a Castelfidardo e in quella occasione gli esperti potranno visitare la città ma soprattutto parlare con i nostri artigiani. Dalle prime indicazioni ci sono tutti gli elementi come l’artigianato, la musica, la tradizione popolare e l’archeologia industriale che potrebbero portare addirittura Castelfidardo fra le città creative Unesco. Incrociamo le dita». Nel corso dell’incontro si è anche parlato del museo della Fisarmonica, chiuso per ristrutturazione che si è prolungata per inconvenienti. «Sapevano meglio di noi gli imprevisti che si incontrano su queste ristrutturazioni. – ha aggiunto il sindaco Ascani – Torneranno volentieri per l’inaugurazione del 9 maggio».

Museo della Fisarmonica: «Ancora chiuso per lavori»

Ministro Bonisoli a Castelfidardo e Osimo: «Sostegno all’eccellenza delle tradizioni locali» (Video)

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page