facebook rss

«Faccio il pony express»
Ma la giustificazione è falsa,
scatta la multa

ANCONA - Nei guai un uomo fermato in auto dalla polizia locale. Sanzione anche per un laziale: «Sono venuto a controllare la mia seconda casa»
Print Friendly, PDF & Email

 

Era a bordo della sua auto personale quando è stato fermato dalla polizia locale. «Sto facendo delle consegne di pesce per il mio datore di lavoro. Sono un corriere» ha detto agli agenti. Le verifiche, però, hanno smentito la giustificazione dell’uomo. Il datore di lavoro non ne sapeva nulla. Per l’automobilista è scattata la multa. Nei guai anche un uomo residente vicino a Roma, venuto nel capoluogo dorico per controllare lo stato della sua seconda casa.  Circa 350 le verifiche odierne che hanno riguardato 139 veicoli, 198 attività commerciali, pedoni e passeggeri di mezzi pubblici. Intanto, in questi giorni, è proseguita intensa l’attività anche di consegna dei buoni spesa (durata 9 giorni e terminata ieri) che ha visto sul campo 11 agenti della polizia locale che hanno accompagnato 9 volontari della rete di Protezione Civile comunale per la consegna dei buoni a famiglie assegnatarie. Già da ieri i buoni spesa vengono accreditati sulla tessera sanitaria e quindi non saranno più consegnati a mano.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X