facebook rss

«Vado al pronto soccorso»
ma non era vero:
denunciato e multato

FABRIANO - Il ciclista 46enne ora deve rispondere del reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. E' fioccata anche la multa di 363 euro per non aver rispettato le prescrizioni del lockdown
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Controlli a Fabriano per il rispetto delle regole del lockdown: i carabinieri hanno denunciato due uomini nei giorni scorsi. Il primo, un 46enne, è stato identificato mentre pedalava in bicicletta lungo via Dante intorno alle 13.30. Ha firmato l’auto-dichiarazione sostenendo di essere fuori casa per un urgenza medica: «Devo andare al pronto soccorso» avrebbe spiegato ai militari. Ma dalle successive verifiche incrociate è emerso che l’uomo non era mai stato refertato, quel giorno, all’ospedale. E’ stato pertanto denunciato per il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e addosso gli è piovuta anche la multa di 363 euro per non aver rispettato le prescrizioni sul contenimento sociale anti-Covid 19. Denuncia e multa sono fioccate anche per un 48enne fabrianese attorno alle 18. L’uomo sorpreso alla guida di un suv Nissan con un passeggero, un amico, sul sedile accanto, è stato sottoposto al test dell’etilometro. E’ stato accertato che aveva un tasso etilometrico di 0.83 g/l (0.50 è il limite di legge) ed è stato quindi denunciato per guida in stato d’ebbreza, il veicolo è stato temporaneamente sequestrato e assegnato a persona di fiducia, la patente sospesa. Non basta. Per lui e il suo amico è anche scattata la sanzione di 363 euro per essere usciti di casa senza comprovato e valido motivo.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X