facebook rss

‘Face the Work 2.0’, da Fabriano
il progetto per agevolare l’ingresso
dei giovani nel mondo del lavoro

OCCUPAZIONE - Verrà lanciato un nuovo corso di formazione con crediti formativi universitari e saranno attivate borse lavoro. E' stato inoltre proposto un questionario online predisposto dall'Università di Urbino Carlo Bo e rivolto a i residenti del comprensorio montano tra i 18 e i 35 anni utile a muovere azioni per migliorare la condizione e il benessere giovanile nel territorio
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

 

Face the Work 2.0 – Fronteggiare il mondo del lavoro che cambia”: a Fabriano al via l’osservatorio della condizione giovanile. E’ il progetto studiato e presentato stamattina dal Comune di Fabriano, cofinanziato da Anci a valere sul Fondo Politiche Giovanili, con l’intento di facilitare l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro locale e favorire la permanenza sul nostro territorio. Le azioni previste consistono nel consolidamento del lavoro avviato con il primo Face the Work nel 2017, le cui pratiche e metodologie sono ora oggetto di potenziamento sul territorio e di ‘trasferimento’ ad altro Ente locale, il Comune di Valdengo, dalla lunga tradizione manifatturiera e artigianale. «Il Face the Work 2.0 – spiega un comunicato ufficiale – mira ad attivare politiche di intervento a diverse scale, con specifica attenzione a percorsi formativi trasversali che possano avere un impatto sulla condizione lavorativa e professionale dei giovani di tutto il comprensorio. Azioni efficaci e aderenti alle esigenze del contesto locale presuppongono tuttavia una solida base conoscitiva sullo stato e i bisogni della popolazione giovanile. Per questo motivo, sin dal progetto Face the Work 1.0, è stata svolta un’indagine sociale i cui risultati hanno evidenziato la rilevanza del fenomeno del mismatch, ovvero del disallineamento tra le competenze possedute dai giovani del comprensorio e quelle richieste nel mercato del lavoro locale».

Questo fenomeno diviene il focus di un’indagine volta ad approfondire le caratteristiche del capitale umano, la soddisfazione dei giovani rispetto ai propri percorsi lavorativi e l’aderenza tra i background formativi e i percorsi professionali. «Nello specifico, – prosegue la nota – l’attività si compone di un percorso di indagine quali-quantitativo, nella cui fase iniziale, articolata attraverso strumenti di web-survey, viene proposto un questionario online predisposto dall’Università di Urbino Carlo Bo e rivolto ai giovani compresi tra i 18 e i 35 anni residenti nel comprensorio. Per le scuole secondarie superiori saranno coinvolte le classi quinte e i neodiplomati. L’obiettivo è quello di promuovere il più possibile la diffusione del questionario al fine di raggiungere un consistente numero di rispondenti, ottenendo in questo modo una solida base conoscitiva da cui muovere azioni per migliorare la condizione e il benessere giovanile nel nostro territorio, oggi rese ancor più urgenti e necessarie a causa dell’emergenza sanitaria tuttora in atto. Per compilare il questionario sono sufficienti pochi minuti e le informazioni fornite saranno trattate nel rispetto dell’anonimato».

A breve, dopo il lancio del questionario, saranno attivate anche le altre linee di azione del progetto: verrà lanciato un nuovo corso di formazione, che darà accesso anche a crediti formativi universitari, ed attivate borse lavoro per supportare le attività nelle linee di azione eventi, formazione e ricerca. I fondi dell’Anci, inoltre, assicureranno a ‘Remake Festiva’l e al Fhub Coworking risorse per potenziare e rilanciare le attività dando forza e vigore anche alle preziose collaborazioni con le associazioni del territorio. Un progetto importante per Fabriano – conclude il comunicato – attraverso il quale investire nel settore delle Politiche Giovanili per la costruzione di un approccio integrato che mira a prevenire e affrontare il disagio e a garantire nuove opportunità di crescita personale e collettiva.

Al link il questionario collegato al progetto ‘Face the Work 2.0’

Il coworking nelle Conce in comodato gratuito

Al via il coworking space e tanti altri progetti con FaCe The Work

Lavoro nel coworking, la possibilità di “FaCe The Work”

FaCe The Work, le prime borse lavoro per i giovani al via il 20 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X