facebook rss

Vaccini anti Covid e tamponi:
sostegno importante
dalla Farmacia Santa Casa

LORETO - Italo Tanoni, presidente delle Opere Laiche Lauretane, traccia un bilancio sui servizi offerti dal presidio pubblico durante l'ultima ondata pandemica
Print Friendly, PDF & Email

I vaccini alla farmacia della Santa Casa

 

In perfetta linea con l’ottimo andamento in Italia. Le somministrazioni di vaccini e la realizzazione del tamponi antigienici alla Farmacia Santa Casa di Loreto hanno tenuto una tendenza che rispecchia quanto avvenuto nel Paese. Un risultato eccellente per la farmacia che si è dimostrata un punto di riferimento per la popolazione anche nei periodi più difficili del Covid durante i quali la sanità pubblica ha sofferto gli effetti della recrudescenza della pandemia.«E proprio in questo frangente così delicato e temuto la Farmacia Santa Casa ha rappresentato una sostegno importante e di grande affidamento sia per i cittadini sia per le stesse strutture sanitarie le quali hanno potuto contare su una realtà ad essa complementare, molto attiva. – fa sapere una nota delle Opere Laiche Lauretane – La battaglia contro il Covid non è ancora del tutto vinta per questo la farmacia sta tutt’ora continuando le somministrazioni dei vaccini e la realizzazione dei tamponi, sia pure in misura minore rispetto ai giorni più caldi, quelli che vanno dal novembre 2021 al febbraio 2022, dopodiché la curva del virus ha iniziato a scendere e la situazione generale si è parzialmente normalizzata. Lo scorso novembre sono stati realizzati 1713 tamponi antigienici, a dicembre 1821, a gennaio 2935 a febbraio 1305, quindi la discesa di marzo, ma siamo solamente alla metà del mese. Anche i vaccini hanno conosciuto lo stesso trend, 144 a novembre 138 a dicembre».

Al momento per marzo siamo a 13 con 18 nuove iniezioni da effettuare. In totale al momento sono stati compiuti 710 vaccini dall’inizio del servizio.«La farmacia si è dimostrata all’altezza della situazione e del compito gravoso, anche per il miglioramento del servizio offerto ai cittadini – spiega nella nota Italo Tanoni, presidente della Fondazione Opere Laiche Lauretane e Casa Hermes – testimoniato dal fatto che sono state evitate lunghe file dei clienti in corso Boccalini, dirottati in Via Sisto V dove tamponi e vaccini sono stati somministrati in uno spazio dedicato, appositamente creato dalla farmacia». Spazio visitato e controllato dai Nas che ne hanno certificato la regolarità. Il presidente Tanoni non lesina quindi ringraziamenti, per conto dell’intero Consiglio d’Amministrazione della Fondazione, per l’attività svolta e per quella che ancora si sta svolgendo, alla direttrice della farmacia Laura Morichetti e allo staff dei medici Alberto Paglia, Francesca Marangio e Raffaella Valentini. «Tutti si sono alternati – conclude Tanoni – nel difficile compito della somministrazione dei tamponi e dei vaccini anticovid con spirito di abnegazione e di grande sacrificio consapevoli dei rischi di ‘contaminazione’ sempre incombenti. Il loro è stato un esempio lodevole, soprattutto nei momenti più complessi della pandemia durante i quali hanno lavorato senza risparmio mettendosi a disposizione della comunità».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X