facebook rss

«Fabriano al centro delle strategie
del centrodestra regionale»

AL VOTO - Il capogruppo regionale Carlo Ciccioli e il consigliere regionale Marco Ausili, entrambi di Fratelli d’Italia, ricordano i progetti concretizzati per la città, dall'ampliamento dell'ospedale con il nuovo blocco chirurgico alla riattivazione della linea ferroviaria Ancona-Fabriano-Pergola
Print Friendly, PDF & Email

Carlo Ciccioli e Marco Ausili

 

«Gli investimenti su Fabriano testimoniano la grande attenzione e la ritrovata centralità della città della carta nelle politiche regionali, dopo anni di punizioni che le hanno riservato il Pd e la Giunta Ceriscioli. Fabriano è fondamentale nelle strategie del centrodestra». A sostenerlo sono il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli, e il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Marco Ausili. «Da quando ci siamo insediati al governo della Regione grazie al presidente Francesco Acquaroli e ai nostri assessori Francesco Baldelli e Guido Castelli, oltre al lavoro di tutto il gruppo di FdI, vi è un ritrovato ‘Rinascimento’ per tantissime realtà territoriali che erano state mortificate dalla Giunta precedente. Fabriano – evidenzia Ciccioli – è un caso paradigmatico. In ambito sanitario, si è velocizzato l’iter – bloccato con la precedente Amministrazione regionale a guida Pd – della palazzina chirurgica. Si è iniziato a colmare l’organico con due nuove biologhe e presto sarà annunciato il progetto per il recupero dell’ala A dell’ospedale Engles Profili danneggiata dal sisma del 2016 e ancora inagibile. Si è dato il via libera alla Legge regionale per il riconoscimento di Fabriano città della carta con finanziamenti adeguati. Grazie all’impegno dei lavoratori e delle parti sociali, ci siamo posti come validi interlocutori per trovare una positiva soluzione alla vertenza Elica. Insomma – conclude Ciccioli – siamo andati nella direzione opposta rispetto al modo di agire punitivo che la sinistra, il Pd soprattutto, ha avuto nei confronti della città».

«La riattivazione della linea ferroviaria Ancona-Fabriano-Pergola per la quale alcuni, pochi fortunatamente, ci hanno deriso, rappresenta l’ennesima dimostrazione di come la visione strategica della Giunta Acquaroli e dell’Assessore Baldelli, sia stata invece molto lungimirante. A testimonianza – commenta Ausili – il ritorno in termini di recupero di un’importante tratta ferroviaria per fini turistici e che potrà comportare un ritorno economico per le attività presenti lungo l’iter della Ancona-Fabriano-Pergola. Ma vorrei anche evidenziare le 120 imprese di Fabriano che, in questi giorni, si sono viste erogare i contributi del Bando Regionale a sostegno del reddito e di protezione al lavoro: una boccata di ossigeno per le imprese. La Regione Marche offre un aiuto concreto alle imprese del territorio, fornendo importanti misure di sostegno. Un intervento necessario e molto atteso, che aveva beneficiato di una ulteriore integrazione di 3.850.000 euro rispetto ai 15 milioni preventivati. Un ringraziamento doveroso va al presidente Acquaroli, all’assessore Castelli e all’intera Giunta regionale».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X