facebook rss

Ladri messi in fuga dai carabinieri:
nell’auto abbandonata una smerigliatrice
per scassinare le cassaforti

CASTELFIDARDO - Emergono nuovi dettagli sull'episodio di mercoledì scorso. Nella Renault Laguna sw, lasciata dai 3 uomini dileguati per campi, ritrovata anche una pinza idraulica, attrezzo utilizzato per il taglio di inferriate, ricetrasmittenti, palanchini, guanti, tutti sottoposti a sequestro. Ottenuti tre fogli di via obbligatori per i responsabili del furti nei supermercati di Osimo, posti di blocco a Villa Musone di Loreto
Print Friendly, PDF & Email

Gli attrezzi da scasso trovati nell’auto abbandonata dai tre uomini a Castelfidardo

 

 

C’erano anche una smerigliatrice e una pinza idraulica, attrezzi utilizzati per il taglio di casseforti e di inferriate, nell’auto abbandonata, una Renault Laguna sw, dal terzetto di banditi in fuga mercoledì pomeriggio a Castelfidardo vicino Iis ‘Meucci’.  A bordo del mezzo sono stati rinvenuti numerosi attrezzi da scasso, anche due ricetrasmittenti, palanchini, guanti, il tutto sottoposto a sequestro. Emergono nuovi dettagli sul ritrovamento del veicolo che era stato individuato ed intercettato nel tardo pomeriggio di mercoledì, nel centro abitato di Castelfidardo, dai Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli dell’Aliquota Radiomobile del Norm della C ompagnia di Osimo, collaborati da pattuglie delle Polizia locale di Castelfidardo.

A bordo viaggiavano tre uomini, che alla vista dei militari si davano a una precipitosa fuga. Giunti nei pressi dell’Istituto superiore “Laeng-Meucci”, in una strada senza sbocchi, gli occupanti della vettura, arrestata bruscamente la marcia, avevano abbandonato il veicolo, per poi dileguarsi attraverso la campagna circostante. L’attività preventiva dei militari proseguirà nei prossimi giorni, anche in considerazione dell’approssimarsi delle festività natalizie. Nelle serate di mercoledì e giovedì 23 – 24 novembre sono stati impiegati dal colonnello Luigi Ciccarelli, comandante della Compagnia carabinieri di Osimo, complessivamente di 15 militari in tutta la Vamusone e sono stati eseguiti 91 controlli, identificate 107 persone; controllati 86 veicoli;controllate strutture ricettive, lo scalo ferroviario di Loreto Stazione, le autostazioni del trasporto pubblico urbano ed extraurbano; effettuati posti di blocco nella Piazza Kennedy di Villa Musone, passando al setaccio tutte le persone notate in transito nella zona.

Per quanto invece concerne i furti in danno dei supermercati, che si erano verificati verso la metà di novembre, il Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo ha richiesto ed ottenuto l’emissione di tre fogli di via obbligatori nei confronti di altrettanti soggetti che avevano sottratto merce, per la rivendita, presso esercizi commerciali ad Osimo, in Via Aldo Moro e nella frazione di Padiglione, Jesi e Maiolati Spontini. Gli stessi non potranno fare ritorno ad Osimo per il periodo di tre anni.

 

Braccati dai carabinieri, abbandonano l’auto con dentro gli arnesi da scasso

Furti nei supermarket di Osimo, Jesi e Moie: denunciati tre ladri in trasferta da Fabriano

Furti a segno nelle abitazioni: provvedimenti del questore per due persone

Furti a Loreto: la prefettura intensifica i controlli

Rapinata in casa a 83 anni e lasciata sul pavimento per 7 ore, la notte-incubo di Cesarina a ‘La Vita in Diretta’

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X