facebook rss

Sul bus si sale solo dalle porte davanti:
la nuova strategia contro i portoghesi

ANCONA - La sperimentazione inizierà lunedì sulle linee 91 e 92 per poi essere estesa anche alle altre tratte. I passeggeri entrando sul mezzo dovranno mostrare al conducente il titolo di viaggio
mercoledì 11 ottobre 2017 - Ore 17:09
Print Friendly, PDF & Email

La nuova segnaletica a bordo degli autobus per l’entrata e l’uscita dei passaggeri

 

Mai più in autobus senza biglietto. Da lunedì 16 ottobre Conerobus lancia la fase di sperimentazione della salita solo dalla porta davanti con l’obbligo per i passeggeri di esibire il titolo di viaggio al conducente e della discesa dalla porta centrale. Per il momento la nuova modalità di accesso agli autobus sarà operativa solo sulle linee 91 e 92, per le oltre 90 corse giornaliere che coprono con più mezzi la tratta Pietralacroce – Piazza Stamira, ed è stata messa a punto da Conerobus nell’ambito della campagna per favorire la cultura della legalità. Dopo averne testato la funzionalità ed introdotto, se necessari, eventuali elementi di perfezionamento, la sperimentazione sarà estesa ad altri collegamenti urbani.
«Faremo una prova fino a fine anno – spiega il presidente di Conerobus Muzio Papaveri – dopodiché decideremo come muoverci. Abbiamo scelto due linee a bassa frequentazione per poter mettere in fila i pro e i contro limitando al minimo eventuali disagi. Siamo comunque certi che questo sistema, ulteriore tassello nella strategia di promozione delle buone pratiche a bordo, sarà gradito all’utenza».
Prima di salire sul bus i passeggeri dovranno mostrare al conducente il titolo di viaggio, biglietto o abbonamento, cartaceo o virtuale, che è possibile acquistare nelle tradizionali rivendite, attraverso il servizio di mobile ticketing, i canali digitali myCicero e app Atma, ma anche direttamente dall’autista o nelle emettitrici automatiche presenti sulla vettura pagando un sovrapprezzo.
Nel caso in cui l’utente si rifiuti di esibire il titolo di viaggio o di obliterare il biglietto, il conducente contatterà la centrale operativa per chiedere, a seconda dell’atteggiamento più o meno molesto del passeggero, l’intervento di un verificatore o delle forze dell’ordine.
Per aiutare i viaggiatori ad orientarsi in questa nuova realtà, due grandi adesivi raffiguranti una mano verde con biglietto e una mano rossa segnaleranno le porte di entrata e di uscita. Nei primi quindici giorni, inoltre, un operatore addetto all’esercizio seguirà l’andamento sul campo della sperimentazione.
Il conducente, dal canto suo, valuterà l’opportunità di aprire contemporaneamente tutte le porte in caso di emergenza, grande affluenza o su disposizione dell’azienda.

Tornelli a bordo dei mezzi pubblici: Conerobus ci prova

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X